di Federico Porrozzi Trentuno piloti si sfideranno nel week-end a Silverstone per la prima tappa del BSB, il campionato britannico Superbike. Per blasone, nomi degli iscritti, copertura mediatica e interessi degli sponsor e al top delle competizioni europee per derivate di serie. Nella storia, dal BSB sono usciti talenti enormi, capaci di essere protagonisti nei primi anni del mondiale Superbike (da Terry Rymer e James Whitham) e anche del Motomondiale (Rob McElnea e Niall Mackenzie) o campioni più recenti come Troy Bayliss, Neil Hodgson, Leon Camier e Axel Lowes. CAMPIONE AL MONDIALE - A proposito di campioni, sulla griglia di partenza di Silverstone mancherà il vincitore della scorsa stagione, l’australiano Joshua Brookes, tornato a calcare le piste mondiali con la BMW Milwaukee. Chi prenderà, quindi, il suo testimone alla fine del 2016? OCCHI PUNTATI SU BYRNE - Candidato numero uno sembra Shane “Shakey” Byrne. Il britannico, ex-pilota del mondiale, ha vinto ben quattro volte il campionato britannico e lo scorso anno ha chiuso secondo, lottando fino all’ultimo con Brookes per il titolo. Quest’anno, in sella alla Ducati del Team Be Wiser (e con Glenn Irwin come compagno di box) avrà tutti gli occhi puntati addosso e sarà il riferimento per i rivali. “HOPPER” CON YAMAHA - Che sono tanti. A partire dall’ex-pilota del motomondiale e della Superbike, John Hopkins. Lo statunitense porterà in pista la Yamaha R1 del Team ePayMe e andrà a caccia del primo titolo britannico. Suo compagno di squadra è un’altra vecchia conoscenza iridata, Stuart Easton. IL RITORNO DI HASLAM - Dal mondiale è arrivato (o meglio tornato) anche un altro serio candidato al titolo: Leon Haslam. Il figlio di Ron avrà tra le mani la Kawasaki preparata dal Team JG Speedfit e quindi tutte le carte in regola per giocarsi la vittoria finale. Dovrà comunque guardarsi in casa, perché il suo compagno è James Ellison, altro “ex” del mondiale che lo scorso anno ha chiuso al terzo posto nel BSB. RISCATTO KYONARI - Attenzione alle ambizioni della Suzuki, che punta a tornare a vincere il BSB dopo dodici anni di digiuno (l’ultimo titolo è di Reynolds del 2004): il Team Bennetts schiererà Tommy Bridewell (sesto nel 2015) ma soprattutto Ryuichi Kiyonari. Il giapponese, dopo un 2015 condizionato dagli infortuni, punterà al quarto titolo personale nella storia del BSB. C’E’ ANCHE IANNUZZO - Outsider di lusso sembrano essere il Team Tyco BMW, che schiererà Michael Laverty (quarto nel 2015) e Christian Iddon ma anche Honda Racing con Dan Linfoot (quinto nel 2015) e Jason O’Halloran. Da segnalare anche le presenze di Jakub e Mathei Smrz, di Jenny Tinmouth (unica donna iscritta) e del nostro Vittorio Iannuzzo, impegnato con una Kawasaki.