MISANO ADRIATICO - Moto Guzzi costruirà moto adatte alle competizioni. La notizia, assolutamente degna di nota, arriva da una fonte attendibile; Davide Zanolini, Direttore Marketing del Gruppo Piaggio. Zanolini ha ricevuto dal presidente della FMI Paolo Sesti una targa con cui è stato ricordato che Moto Guzzi, da 95 anni, è un riferimento dell’arte meccanica italiana. Dopo la consegna della targa, Zanolini ha parlato del passato ma anche del futuro, dei prossimi cinque anni, che porteranno al centenario della Moto Guzzi.

“Il 2021 sarà per noi un anno importantissimo - ha dichiarato Zanolini -. Abbiamo ancora cinque anni di tempo per mostrare tutto il lavoro che stiamo facendo col marchio Moto Guzzi. L’arrivo dell’omologazione Euro 4 è stata “la scusa” per rinnovare e innovare, progettando e costruendo qualcosa di inedito, qualcosa con cui Moto Guzzi potrebbe tornare alle competizioni. Niente MotoGP, dove siamo già molto impegnati col marchio Aprilia, però non esiste solo il mondiale prototipi. Dando uno sguardo al passato come non ricordare la regolarità...”.

Zanolini ha confermato che Moto Guzzi, senza rinnegare il suo passato, costruirà moto adatte ai giovani. “Le Moto Guzzi non sono più considerate moto per utenti maturi. Piacciono anche ai giovani e stiamo lavorando molto per loro. Nel prossimo quinquennio, infatti, presenteremo molti modelli pensati per piacere ai nuovi motociclisti”.

Moto Guzzi inizierà a svelare interessanti novità nel 2017 ma nel 2018 arriverà qualcosa di particolarmente adatto al mercato europeo… “Il mercato delle Adventure è importantissimo. Dobbiamo rinnovare la Stelvio e lo faremo. Non la vedremo a EICMA 2016, però, molto probabilmente, questo modello arriverà a EICMA 2017. L’obiettivo è avere nel mercato una nuova Stelvio nel 2018”.

Infine, i progetti Gilera. “Il marchio Gilera per noi è importantissimo. Onestamente ora non abbiamo il budget necessario a sviluppare anche prodotti con il marchio Gilera. Prima di farlo dobbiamo completare la ristrutturazione delle reti di vendita e assistenza. A quel punto potremo pensare anche alla Gilera. Abbiamo un progetto e il presidente Colaninno, come me, pensa che la Gilera potrebbe diventare un importante plus per noi, un brand dal passato glorioso, un brand che piacerà a tutti, giovani compresi”.

Moto Guzzi MGX-21, la prova della viaggiatrice coraggiosa