Max Biaggi lo ha voluto ricordare così, con una foto gioiosa, scattata durante un weekend dei Gran Premi di MotoGP: Luciano Bertagna era stato il suo meccanico personale e ieri ha perso la vita precipitando per 200 metri nel vuoto, durante un'arrampicata.

"Vengo a sapere che una grande persona che ha fatto parte del mio team Yamaha MotoGP non c'è più. Sono vicino alla mamma. RIP, Luciano", scrive Max Biaggi dal suo profilo Twitter, firmando con l'immagine di un cuore seguita da quella delle mani giunte in preghiera.

Nella foto postata, il pluricampione del mondo sta consegnando a Bertagna una banconota da 500 euro, dopo aver perso una scommessa. E' evidente che due, oltre ad essere legati dal vincolo professionale, avevano anche un rapporto di amicizia.

UN VOLO DI 200 METRI - Il 45enne bresciano Bertagna, che si era ritirato dalla classe regina del Motomondiale, è scomparso insieme a Raffaella Zanotti, 41 anni, mentre praticava l’arrampicata in una tragica cordata sulla cima della Presanella, in provincia di Trento a oltre 3 mila metri d’altezza. I due, insieme ad altre sette persone, facevano parte di una cordata partita nella mattinata di ieri dal rifugio Denza. Secondo una prima ricostruzione, il gruppo ha avuto problemi in prossimità della forcella Freshfield, a quota 3.200 metri: due componenti della cordata sarebbero scivolati, trascinando il resto del gruppo.