Il Congresso della Federazione Motociclistica Europea svoltosi a Nantes, in Francia, lo scorso weekend, ha visto la conferma di Alessandro Sambuco come Segretario Generale fino al 2022. Si tratta del terzo quadriennio alla guida dell’Amministrazione della FIM Europe.

Questo (2019-2022) per Sambuco è il terzo quadriennio alla guida dell’Aministrazione della FIM Europe la quale dal 1999 ha sede in Roma.

I TRASCORSI - Sambuco, Laurea Specialistica in Management dello Sport, ex pilota di Enduro e Motorally, prosegue così il suo cammino nelle istituzioni del Motociclismo iniziato nel 1982 nella Federazione Motociclistica Italiana, dove ha svolto il ruolo di Tecnico Federale dal 1982 al 1994 e di Coordinatore del Settore Tecnico dal 1994 al 2000.

Entrato nelle file della Federazione Europea (allora UEM) nel 1999 come Sporting Office Coordinator, ha ricoperto nella stessa gli incarichi di Permanent Coordinator del Campionato Europeo di Velocità nel 2001 e di Sporting Secretary dal 2007 al 2010, quando è stato nominato Secretary General.

In sintonia - “Questa conferma mi rende felice ed orgoglioso in quanto testimonia l’apprezzamento per il servizio che il mio Staff è stato in grado di offrire alle 47 Federazioni Europee in questi anni”, afferma Alessandro Sambuco, “in particolare in questo mandato appena trascorso tutto ciò che è stato realizzato dall’Amministrazione in termini di implementazioni delle procedure ed erogazione di nuovo servizi è stato fatto anche e soprattutto grazie alla grande sintonia e sinergia che si è creata tra la Governance e la stessa Amministrazione.

“In particolare mi piace sottolineare come il rapporto tra Presidente e Segretario Generale si sia mantenuto per tutto il mandato su binari di assoluto rispetto dei ruoli e stima reciproca. Questa armonia è garanzia di buoni risultati e sono sicuro che per il mandato appena avviatosi si confermerà tale portandoci a risultati ancora migliori”.