Max Biaggi è tornato a parlare del brutto incidente che lo ha visto protagonista nel giugno dello scorso anno, e lo ha fatto a Domenica In, ospite di Mara Venier. In questa occasione il sei volte iridato ha rivissuto anche i primi momenti dopo il risveglio e, soprattutto ha raccontato come quell’episodio gli ha cambiato la vita.  

Non ricordo molto dell’incidente. Mi sono risvegliato in ospedale, assistito da medici e infermieri con la massima cura e non posso che ringraziarli”, ha raccontato Biaggi.

Quando il primario mi disse, per la prima volta, della gravità dell’incidente, non mi rendevo neanche conto, perché ero intubato con la morfina. L’ho capito solo quattro giorni dopo, mi sono reso conto solo allora del rischio che avevo corso. Sono stato molto fortunato: solo il 20% delle persone che hanno subito i miei stessi danni sopravvive”, aggiunge Biaggi.

Biaggi non ha parlato dell’ex compagna, la cantante Bianca Atzei che gli era rimasta vicino in tutto il periodo di degenza e recupero, informando costantemente i fan di Max sulle sue condizioni tramite il proprio profilo Instagram. Ma ha fatto un riferimento piuttosto chiaro.

“Dopo l'incidente sono diventato più cinico. Ho fatto soffrire persone che prima dell’incidente consideravo priorità. Durante quei momenti ho avuto accanto le persone più importanti: i miei genitori, i miei figli e i migliori amici. Ho eliminato il superfluo: magari prima non sembrava tale, ma quando vedi che la vita si accorcia velocemente togli quello che devi togliere”, ha detto Biaggi, che poco dopo essersi ripreso ha lasciato la Atzei.

IL BATTIBECCO SUI SOCIAL – Sui social è arrivata puntuale la replica: Jonathan Kashanian, diventato amico della cantante grazie all’esperienza dell’Isola dei Famosi, ha pubblicato un post su Instagram piuttosto chiaro. “Niente è più necessario del superfluo”, ha scritto l’ex naufrago postando una foto in cui abbraccia con Bianca Atzei, scatenando una serie di commenti contro il sei volte iridato.

IL RICORDO DI FRIZZI – Nella sua intervista con Mara Venier, Max Biaggi ha parlato anche della sua amicizia con Fabrizio Frizzi. “Per me era un faro, l’amico a cui chiedere consigli per risolvere ogni dubbio”, ha detto Biaggi. “Ha conosciuto la mia vita, una persona eccezionale, di quelle che non nascono molto spesso. In qualche modo, ci compensavamo: io vivo a Montecarlo, lui era a Roma ma riuscivamo comunque a vederci spesso e lui fece di tutto per assistere alla mia ultima gara nel Motomondiale, era stato anche il padrino di battesimo di mia figlia”, ha detto Biaggi.