“Io sto con Bryan”, in sinergia con  17 Foundation, promuoverà una serie di iniziative a favore di Joan Lascorz, pilota spagnolo del mondiale Superbike divenuto  tetraplegico dopo un terribile incidente in test a Imola.

L’obbiettivo è tentare di aiutarlo a realizzare il suo sogno di partecipare da protagonista alla Dakar 2020. Sarebbe il primo tetraplegico in gara alla Dakar. Diversamente da Nicola Dutto, infatti, che ha perso l’uso delle gambe e sta correndo la sua prima Dakar, Lascorz è limitato anche nell’uso delle braccia e delle mani.

IL SOGNO DI LASCORZ - Joan Lascorz ha avuto l’incidente che lo ha reso tetraplegico il 2 aprile 2012 durante dei test ad Imola. Ha poi iniziato a gareggiare in auto, avendo una parziale mobilità degli arti superiori che gli consente di guidare dei veicoli adattati.

Ora ha 33 anni, una forza di volontà straordinaria e un sogno: partecipare, anzi, cercare di vincere la Dakar in auto. Joan Lascorz vorrebbe gareggiare regolarmente, tornare a sentirsi un pilota, come nel 2016 quando ha vinto il Campionato Spagnolo Buggy “ho tantissime motivazioni, ho ancora tanto gas dentro di me”, dice Lascorz.

IO STO CON BRYAN” – Il gruppo è nato per sostenere Bryan Toccaceli, giovane crossista italiano costretto su una sedia a rotelle in seguito ad un grave incidente.

Ma si sa che l’amicizia, la passione per lo sport e la solidarietà non hanno confini e non sono legate ad una specialità. “Io sto con Bryan” è un gruppo eterogeneo, nato su iniziativa di Nicolò Ballestieri, con sammarinesi ed italiani uniti dal desiderio di supportare Bryan e gli atleti in difficoltà.

Come primo passo “Io sto Con Bryan” collaborerà all’organizzazione cena di beneficenza per il ciclista Michael Antonelli, ciclista diciannovenne protagonista di un grave incidente durante la Firenze-Viareggio ad agosto. L’appuntamento è il 25 gennaio alle ore 20 al Ristorante Royal le Terrazze al Centro Azzurro a San Marino.   

Poi il gruppo promuoverà poi una serie di iniziative a favore di Joan Lascorz, e questa collaborazione intende diventare un emblema di amicizia e cooperazione tra gli appassionati di nazioni tradizionalmente avversarie.

Italia e Spagna, nel motociclismo, sono sempre state rivali. Ma ora ci sono due ragazzi tetraplegici, Bryan Toccaceli e Joan Lascorz, uniti dalla stessa passione e gli sportivi di Italia, Spagna e San Marino uniscono le forze per aiutarli.

Per chi si vuole unire al gruppo, questa è la pagina Facebook.