Alla soglia dei 47 anni il britannico Chris Walker non alcuna intenzione di appendere il casco al chiodo e si prepara a tornare nel campionato britannico Sidecar. Di certo non avrebbe mai voluto ritirarsi a causa di un infortunio. A dichiararlo è lui stesso, che due anni fa è incappato in un brutto infortunio alla schiena nel campionato britannico sidecar e ha rischiato seriamente di doversi fermare con le competizioni.

UN AFFARE INCOMPIUTO - "Mi sono divertito molto il mio anno d'esordio nei sidecar e mi è piaciuto ogni minuto della stagione", ha detto Walker a Motorcyclenews.com. "Il 2017 è stato meno fortunato e mi sono fatto male a metà anno. Sono prima di tutto un pilota e ho degli affari incompiuti nel campionato.
"In nessun modo avrei voluto terminare la mia carriera agonistica a seguito di un infortunio. So che non sarà facile, ma ho una grande squadra alle spalle e un giovane passeggero entusiasta, Tom Christie, che ha una comprovata esperienza in pista".

Con questa grinta Chris Walker si prepara ad affrontare una nuova stagione nello Hyundai Construction British Sidecar Championship, dopo aver firmato un accordo con TAG Racing.

LA CARRIERA - Chris Walker ha alle spalle una lunga carriera, avendo debuttato nel motocross da giovanissimo, dove ha continuato a correre fino al 1993. Poi ha corso nella classe 250 nei campionati britannici ed europeo, corrrendo come wild card nel GP di Gran Bretagna sia in 250 che in 500. Passato alla Superbike, ha corso anche nel mondiale, su Yamaha, Kawasaki, Suzuki e Ducati, con la quale nel 2003 ha colto il sesto posto in classifica iridata.

Memorabile la sua vittoria ad Assen, nel 2006, dopo essere partito dall’ultima fila dello schieramento per essere uscito in ritardo dai box, riportando la Kawasaki alla vittoria dopo sei anni. Passato nel mondiale Supersport, e poi nel campionato britannico Superbike, dove si è laureato vicecampione, è passato al sidecar nel 2016, ma un grosso incidente al Cadwell Park l'anno dopo lo ha messo fuori combattimento dopo essersi fratturato una vertebra, la T4, e il naso.

Walker e il suo passeggero Tom Christie scenderanno in pista nella prima sessione di test nella Val de Vienne a marzo. Per Walker sarà la prima volta dopo l’incidente in sidecar.

"Non vedo davvero l'ora di tornare in sella alla moto", dice Walker. "Il test francese mi dirà tutto ciò che devo sapere sulla nuova 600 (da quest’anno tutti i sidecar del British Championship saranno 600cc, ndr). Inizieremo con forza, impareremo a conoscerci e speriamo di fare un’ottima stagione", conclude l'asso britannico.