Prospettive nuove per Tony Cairoli: il 9 volte iridato nel Motocross è stato ospite di Automobili Lamborghini nel quartier generale di Sant’Agata Bolognese e qui sono stati messi a punto gli ultimi dettagli per il suo ruolo di ambassador del brand italiano.

BRAND AMBASSADOR - Cairoli infatti sarà protagonista delle future attività volte a promuovere l’Urus ST-X, declinazione da corsa del primo Super Suv di Sant’Agata. Un ruolo che gli è stato assegnato in base all’esperienza e alle capacità espresse da Cairoli nei Rally.

Ma non solo: Cairoli da anni partecipa a gare internazionali su quattro ruote e ora si sente pronto a un’esperienza anche in pista. Compatibilmente agli impegni legati al Mondiale MXGP, nel 2019 il pluricampione del mondo effettuerà anche alcune sessioni di test al volante di vetture da competizione sviluppate dalla Squadra Corse.  

CON DOMENICALI - Il pilota KTM è un grande appassionato del marchio bolognese e, dopo una visita a Museo e Factory, ha incontrato il CEO di Automobili Lamborghini, Stefano Domenicali (nella foto in apertura). Inoltre Cairoli ha avuto l’opportunità di visitare la Squadra Corse, dove nascono le Huracán da competizione per il Super Trofeo e i campionati GT3.

 “Sono davvero orgoglioso di poter entrare a far parte del mondo Lamborghini; ho avuto modo di visitare la Factory a Sant’Agata Bolognese ed è stata un'esperienza fantastica”, ha commentato Antonio Cairoli. “Ora essere coinvolto nei programmi customer racing del marchio italiano è un’opportunità incredibile, della quale sono profondamente grato.

"Credo che Lamborghini nel mondo rappresenti al meglio il made in Italy e sono fiero che abbiano scelto me per farlo", ha concluso Cairoli.