A Montlhéry andrà in scena la prima vera sfida del 2019. La stagione della "Sultans of Sprint", ovvero il campionato delle gare di accelerazione, è iniziata in realtà un mese fa a Monza, in occasione dell'evento The Reunion: in quella data, però, il maltempo ha costretto gli organizzatori a cancellare i duelli in pista. Troppo rischioso "domare" moto da oltre 150 cv sul fondo reso viscido dalla pioggia. L'annullamento, però, non ha demoralizzato i partecipanti: come si può vedere dal video realizzato da noi di Motosprint, c'è stato tempo per ballare, scherzare e divertirsi in compagnia di mascotte piuttosto "originali". Ad evidenziare, se mai ce ne fosse bisogno, lo spirito goliardico dell'evento.

ALLA CONQUISTA DELLA FRANCIA - Sabato 22 giugno, sullo storico tracciato alle porte di Parigi, saranno oltre 30 i piloti pronti a sfidarsi in pista in un "uno contro uno" ad eliminazione diretta. Una gara lunga un attimo, con due rivali affiancati sul rettilineo. Chi passa per primo sulla linea dei 200 metri, vince. I partecipanti sono divisi in due gruppi: quelli della "Freak class" con regolamento abbastanza libero e quelli della "Factory class", supportati dalle Case Costruttrici e con norme più restrittive per quanto riguarda il potenziamento del mezzo. Il finale di stagione si correrà a Glemseck (Germania), a fine agosto.

MISSILE TERRA-TERRA - Noi di Motosprint saremo presenti anche a questo evento e vi racconteremo l'avventura di Rino Scala: titolare dell'officina Cafe Ricycles di Napoli e supportato dalla Daje Company di Roma, è iscritto tra le "Freak" con una special da lui completamente progettata, costruita e affinata: la base è una BMW R850R che, per esigenze di aerodinamica e di reattività, è stata abbassata e resa più filante nella linea e maggiorata nella meccanica. Un esempio? E' una delle poche moto in gara ad essere sovralimentata attraverso l'utilizzo di un compressore volumetrico. Lo scorso anno, il pilota napoletano ha corso una stagione da protagonista, sfiorando la top three della classifica generale, conquistando anche un podio di tappa.

(foto Virgilio D'Ercole)