Il Classic TT dell’Isola di Man diventa sempre più occasione di concatenazioni della sorte capaci di scrivere pagine assolutamente uniche di storia delle corse a due ruote. Solo così può essere giudicato lo stupendo secondo posto ottenuto da Stefano Bonetti della Senior Classic in sella alla Paton di proprietà di Giovanni Cabassi. Il bergamasco è giunto a 24 secondi dal trionfatore John McGuinness, anche lui su Paton, giunto al suo 26esimo trionfo sull’Isola di Man, anche se quelli ottenuti con le classiche non contano nel confronto complessivo col re del TT Joey Dunlop.

IL CORAGGIO DI BRUCE - Altra pagina incredibile di classe, coraggio e umanità, quella scritta dal 50enne neozelandese Bruce Anstey, che ha vinto la Lightweight in sella alla Honda 250 di Clive Padgett, tornando alle corse dopo due anni d’assenza, per curarsi dalla recidiva di un tumore. Anstey ha battuto l’astro nascente del TT Davey Todd, in sella a una moto gemella, a testimonianza dello spessore del successo.

DINASTIA  SFORTUNATA - A margine di tutto ciò una nota tristissima, ossia la morte del 37enne Chris Swallow al Senior Classic TT, caduto a Ballaugh subito dopo il primo via. A colpire una delle dinastie più fedeli e gloriose nei confronti del Mountain, da tre generazioni in gara.
Suo padre Bill, uno dei più grandi Classic racer di tutti i tempi e ancora in attività a 69 anni, è arrivato sulla scena del crash solo pochi secondi dopo, in sella alla sua Ducati, in una gara subito fermata con bandiera rossa. E poi riavviata e culminata con la vittoria di McGuinness e il secondo posto di Bonetti.