La gara delle F1, a Spielberg, sta creando non pochi problemi ai protagonisti del Motomondiale. Alcuni tratti del circuito austriaco, infatti, in condizioni di asfalto bagnato sono resi scivolosi dai frammenti di gomme lasciati proprio dalle monoposto nel recente GP. 
Una situazione che non si è verificata in altri circuiti che ospitano sia le gare di auto che quelle di moto ma che, evidentemente, sta condizionando questo week-end.  

PROBLEMA DA RISOLVERE - Al termine della riunione svolta ieri sera tra i responsabili sicurezza della Dorna e i piloti, si è deciso che nel caso di flag-to-flag, la velocità in pit lane sarà ridotta a 40 km/h (dai 60). Ma non solo: visto ciò che è successo durante la FP1 della Moto2, con numerose cadute registrate proprio in quei tratti “incriminati” (alla prima curva e alla Rauch), privi di grip, i piloti hanno deciso che in caso di pioggia non scenderanno in pista per prendere parte alla gara. “Ieri ne abbiamo parlato in Safety Commission fino alle 20:30, visto quello che è successo in Moto2 – spiega Loris Capirossi, responsabile sicurezza Dorna - abbiamo cercato di pulire la pista in quei punti, con getti potenti, ma non abbiamo avuto la possibilità di provarla. Domani, prima del via, se dovesse succedere daremo la possibilità ai piloti di girare per renderci conto insieme dell’eventuale condizione della pista. Non dovrebbe scendere acqua, speriamo bene”