La Moto-e prenderà il posto della Motogp? Secondo il team director Yamaha Lin Jarvis, mai e poi mai. Dopo la presentazione del prossimo campionato del mondo interamente dedicato alle moto elettriche che prenderà il via dal 2019 e avrà come tappe alcuni circuiti europei con circa 18 piloti impegnati e supportati dai sette team satellite della Motogp, a Lin Jarvis è stato chiesto cosa ne pensa in merito, ma le sue parole non sono state affatto morbide, anzi!

NO MOTOGP, NO PARTY – L'alto esponente del team Yamaha ha le idee molto chiare in merito al futuro campionato di Moto-e, e sebbene non disdegni la parte tecnologica dei nuovi prototipi elettrici, non pensa che questi potranno essere una minaccia per le motogp: “la Moto-e non prenderà mai il posto della Motogp.” - ha detto Jarvis in un'intervista a Motorsport Week.
Allo stesso tempo, però, pensa che Dorna abbia fatto bene a muoversi nella direzione dell'energia elettrica: “Penso che sia assolutamente il momento giusto per Dorna per iniziare con il nuovo campionato, ma ci vorrà molto tempo. - ha proseguito - Probabilmente non prenderà mai il sopravvento sulla classe MotoGP, ma potrebbe sostituire un'altra classe. E sicuramente i veicoli elettrici decolleranno in altre discipline, come il motocross o enduro, dove il rumore è un problema molto più delicato perché i luoghi in cui questi veicoli vengono utilizzati sono più vicini alle aree urbane.”
Infine, ha concluso dicendo che l'energia elettrica rappresenta un grande passo avanti in fatto di tecnologia e che l'industria motociclistica dovrebbe guardare alla Formula-e per prendere alcuni spunti.