Prima giornata di test per Moto2 e Moto3 a Jerez, che si apre nel segno della pioggia e del freddo. Ma, condizioni meteo a parte, i piloti sono scesi in pista per quanto possibile con l'intento di mettere a punto la moto in vista dell'inizio del campionato che partirà il 18 marzo in Qatar. Ancora una volta il più veloce della giornata nella classe di mezzo è stato Francesco Bagnaia, seguito da Iker Lecuona e a sorpresa il neo arrivato in Moto2 Romano Fenati. Molto bene anche i pilotini italiani della Moto3 con il secondo posto di Enea Bastianini a 3 decimi dal primo in classifica Aron Canet.

RISULTATI MOTO2 – Al primo posto con un tempo di 1:42.443 Francesco Bagnaia dal prossimo anno in Motogp, ha continuato l'ottimo lavoro già visto durante i passati test in sella alla sua nuova Kalex, seguito da Iker Leucona staccato di due decimi.
Al terzo posto la sorpresa della giornata è stata senza dubbio Romano Fenati approdato da poco al team Marinelli Snipers che senza dubbio si è adattato in modo veloce alla nuova moto (per lui un tempo di 1:42.775).
Al quarto posto si è piazzato invece il possibile candidato al titolo 2018 Alex Marquez (1:42.790), quinto è arrivato invece Lorenzo Baldassari in 1:42.830, mentre al sesto posto troviamo Xavi Vierge in 1:42.854.
Molto bene anche Luca Marini da quest'anno con lo Sky Racing team arrivato settimo con un tempo di 1:42.934, seguito all'ottavo posto da Miguel Oliveria in 1:42.972.
Chiudono i primi dieci posti della classifica Sam Lowes (1:43.011) e Marcel Schrotter in 1:43.219.

RISULTATI MOTO3 – Anche i pilotini della Moto3 sono stati impegnati a Jerez per gli ultimi test in vista del campionato con la miglior prestazione di giornata ottenuta da Aron Canet possibile candidato al titolo 2018. Per lui un tempo di 1:46.642 seguito a ruota dal pilota del team Leopard Racing Enea Bastianini in 1:47.005.
Al terzo posto si è piazzato un altro italiano, Marco Bezzecchi (1:47.188), quarto Alonso Lopez in 1:47.404, mentre quinto è arrivato Jorge Martin in 1:47.467.
Al sesto posto troviamo Philipp Oettl con un tempo di 1:47.478, settimo Tatsuki Suzuki in 1:47.814, ottavo Makar Yurchenko in 1:47.828.
Chiudono i primi dieci posti della classifica altri due italiani, Lorenzo Dalla Porta (1:47.859) e Andrea Migno (1:47.883).
Da segnalare l'undicesimo posto di Nicolò Bulega, il quattordicesimo di Fabio Di Giannantonio e il sedicesimo di Dennis Foggia.