Ralf Waldmann, ‘Waldi”, era sopravvissuto a decine di incidenti quando correva – e vinceva – in moto, nella classe 250 del Motomondiale. Ma è stato trovato senza vita nella sua casa, all’età di 51 anni. Si sospetta che il pilota tedesco sia stato colpito da infarto.

Il rivale di Biaggi - Nato il 14 luglio del 1966 ad Hagen, Germania, Ralf Waldmann era stato uno dei rivali più forti di di Max Biaggi quando anche il romano correva nella classe di mezzo. Conclusa la sua carriera sportivo, era  rimasto nell’ambiente delle corse, ed era stato assunto da Eurosport come “spalla tecnica” per le telecronache.

Passato alla storia anche per essere uno dei piloti che ha totalizzato il maggior numero di vittorie nel mondiale senza aver mai conquistato il titolo mondiale, Waldmann aveva debuttato nelle gare nel 1988, nel campionato Europeo.  

La carriera - Nella sua carriera si era piazzato per due volte secondo in campionato nella classe 250, sfiorando il titolo per pochi punti: soltanto due nel 1997. Aveva disputato anche una stagione in 500 con la Modenas KR3 del Marlboro Team Roberts, chiudendo al 14esimo posto.

La sua ultima stagione di gare nel motomondiale era stata nel 2000, e si era piazzato settimo. Ma aveva continuato a correre: nel 2002 come wild card per tre gare, nel 2005 aveva disputato una stagione di campionato tedesco Superbike, nel 2009 aveva corso a Donington sostituendo Kiefer nel mondiale 250. E quella fu la sua ultima gara iridata. Complessivamente Waldmann ha disputato 169 GP, ne ha vinti 20, ha collezionato un totale di 1668 punti, 10 pole position e 16 giri veloci.

Alla famiglia e agli amici di Ralf Waldmann, le condoglianze di Motosprint.