Quanto accaduto nel Granpremio di Argentina sembra destinato a non trovare pace e le polemiche sulla gara e sul sorpasso di Marquez ai danni di Rossi hanno scatenato una bagarre mediatica difficile da gestire. A mettere il carico da dieci sulla questione, poi, sono stati anche gli altri piloti di Motogp che, chi più chi meno si sono schierati a favore o contro le dinamiche avvenute in gara. Ma non solo, il batti e ribatti è sfociato poi anche in liti di altro genere come nel caso di Aleix Espargarò (Aprilia Racing) e Xavier Simeon (Team Avintia) che su Twitter hanno dato vita ad una lite virtuale degna di nota.

LE LITI AI TEMPI DEI SOCIAL – Tutto è iniziato quando, dopo il Gp dell'Argentina, Aleix Espargarò ha pubblicato su Twitter e su Instagram un post in cui diceva che il sorpasso che Danilo Petrucci aveva fatto nei suoi confronti era stato molto più aggressivo di quello di Marc Marquez (sempre nei suoi confronti), ma che però l'italiano del team Ducati Pramac non era stato ammonito in nessun modo dalla commissione sicurezza, e che questo è il suo modo abituale di fare sorpassi. A risponde allo spagnolo è intervenuto allora Francesco Guidotti, team manager del team Ducati Pramac: ”in ogni caso Petrucci è stato più leggero di quanto te con Dovizioso in Argentina nel 2017. Smettila di dire stronzate e prova a parlane in safety commission e non su Twitter.”. Al che Espargarò ha replicato: ”non sei nessuno per dirmi cosa devo fare! E sì, ho fatto un grosso errore con Dovi, e mi scuso con lui ma non ho detto bugie che stanno dicendo le persone della tua squadra”.

I PANNI SPORCHI SI LAVANO IN FAMIGLIA - Alla lite si è aggiunto poi anche Scott Redding che “passando di lì” per caso non ha potuto trattenersi dal dire la sua commentando il post di Guidotti suo ex team manager fino allo scorso anno: “Petrucci non ha causato parte dell’incidente? Petrux ha persino buttato fuori il suo compagno di squadra in passato”. Repentina e al fulmicotone la risposta di Guidotti:“era davanti al suo compagno di squadra”.

ARRRIVO ANCHE IO – Ma il battibecco tra i “coinquilini” della Motogp non si è esaurito così facilmente e nella conversazione come se non fosse già stato abbastanza, è voluto intervenire anche il pilota Xavier Simeon, questa volta in risposta ad Aleix Espargarò: ”alla fine sono sempre gli stessi che si lamentano, solo per l’interesse dei media. L’unico che si può lamentare è Jack (Miller). Lui avrebbe dovuto vincere con 30 secondi di vantaggio”. E il pilota spagnolo del team Aprilia non ha di certo tardato a rispondere: ”molti si possono lamentare di tante cose, per esempio dei piloti che pagano per correre quando ce ne sono di migliori a casa”.

Sei fuori controllo amicoha risposto Siemon con un altro Tweet - Cosa hai fatto nella tua carriera per essere in MotoGP? Prima di andare lì, niente. Sei solo uno dei tanti. Solo un opportunista. Sono sicuro di una cosa dopo questo, sei uno stupido”.

Morale della favola? Dopo un pomeriggio intero a litigare Espargarò ha visto bene di bloccare Simeon su Twitter... un modo davvero da persone mature di discutere del proprio “lavoro”. Come se attualmente la Motogp non stesse passando un momento già abbastanza complicato...