Sono in tanti a ritenere che il merito della recente evoluzione del prototipo Ducati in MotoGP vada in parte anche al lavoro svolto da Casey Stoner in qualità di collaudatore. E non stupisce, quindi, che in vista della scadenza del contratto di 2 anni più uno opzionale, che vede l’australiano legato alla Ducati fino a fine 2018, si stia cercando una forma di accordo per prolungare la collaborazione, come conferma la dichiarazione di Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Borgo Panigale.

“La situazione è questa - dice Ciabatti - con Casey abbiamo due anni più uno opzionale di contratto che scade nel 2018. Abbiamo incontrato Casey nel corso del WDW di Misano e abbiamo parlato del futuro”.

Stoner ha di recente subito un’operazione alla spalla che ha inciso sulle sue prestazioni anche come tester. “Questo intervento - prosegue il Direttore Sportivo - non gli permette ancora un totale utilizzo dell’articolazione e per questo abbiamo deciso di posticipare ogni decisione a fine settembre per vedere i progressi che farà in questi mesi di riabilitazione. Una volta che la sua condizione fisica sarà stabile e definitiva potremo parlare del futuro”.