“Per noi è motivo di orgoglio questa collaborazione con la federazione internazionale”, ha detto Andrea Albani, Managing Director del Misano World Circuit. “Ciò premia anche il lavoro di formazione che tutto lo staff guidato da Raffaele De Fabritiis conduce costantemente. La sicurezza  orienta ogni nostra scelta e condividere le conoscenze è un requisito di crescita continua  per tutti”.

Nella settimana della MotoGP, infatti, lo staff di direzione gara di Misano World Circuit ha ospitato colleghi internazionali che hanno fatto esperienza al fianco di uno dei team più affidabili del motomondiale nell’ambito di uno specifico programma di formazione.

Come in precedenza era avvenuto per Portogallo, Russia, Qatar e Argentina, quest’anno la Federazione Internazionale ha richiesto di ospitare il collega francese Jean Marc Deletang, da due anni direttore di gara dei circuiti di Le Mans, Magny Cours e Paul Ricard.

Deletang, nella foto con Raffaele de Fabritiis, ha anche un passato da pilota con tre gran premi nel Motomondiale, due vittorie al Bol d’Or e due stagioni nel mondiale Superbike.

RACE CONTROL - Un grande apprezzamento ha ricevuto la nuova Race Control di Misano World Circuit, un concentrato di tecnologia che consente di governare con tempestività tutto quanto accade in pista, elevando ulteriormente lo standard di sicurezza.

La Race Control è un vero e proprio sistema informatico permanente ad uso esclusivo della Direzione Gara, progettato e realizzato direttamente dalla Direzione dei Sistemi Informativi  del Gruppo Financo, che supporta le attività ICT del circuito composto da 38 telecamere  full HD, 10 telecamere a totale controllo remoto di posizionamento, 25 km di fibra ottica distribuita su tutto il circuito, 100 frame al secondo come frequenza di picco di acquisizione delle immagini, che hanno sviluppato nell’intero weekend un volume di traffico dati superiore a 2 Terabytes (1 Terabyte = 1024 Gigabytes).

Ben 24, poi, le postazioni di controllo per giuria e commissari sportivi.

È facile immaginare quanto sia importante la mole di traffico dati, che se aggiunto a quanto scaturito dalle altre 20 telecamere con la stessa  tecnologia già utilizzate esclusivamente per le finalità di Pubblica Sicurezza, evidenzia gli investimenti che Misano World Circuit dedica al tema della sicurezza dentro e fuori dalla pista.