Fernando Alonso potrebbe aver fatto scuola, con la sua voglia di prendere parte a tutte le grandi corse. E la suggestione della partecipazione del ferrarista alla Dakar 2020 potrebbe aver ispirato il connazionale Marc Marquez, che in quanto al desiderio di guidare qualsiasi tipo di mezzo non è secondo a nessuno. Il sogno nemmeno troppo segreto del campione del Mondo della MotoGP è infatti quello di vivere una giornata di test e potersi alternare su tutte le moto della classe regina. 

Soltanto in moto: sarà per questo che Marc non ha chiuso la porta a una futura partecipazione al raid più difficile del Mondo. «Ma se lo dovessi fare, lo farei rigorosamente tra le moto» ha ammesso sul proprio blog con Repsol. Niente auto, come è stato invece per l'evoluzione di Stephane Peterhansel, Mr. Dakar con i suoi 13 successi tra due e quattro ruote.

Pazza idea: una pazza idea? Forse. Ma di certo l'off-road non spaventa il sette volte campione del Mondo di Velocità, che adora il Motocross e soprattutto Dirt e Flat Track. E in fondo, la Dakar Marquez l'ha sempre seguita, tanto che lo scorso anno si improvvisò persino commentatore per un network spagnolo. «La Dakar è ciò che più mi appassiona del Motorsport, poi è chiaro che non è mia intenzione lasciare la MotoGP, e questo varrà ancora per parecchio tempo. Ma in fondo, sognare non costa nulla, e un giorno mi piacerebbe disputare una Dakar anche se conosco bene la necessità di una preparazione approfondita a livello fisico, tecnico e di navigazione, perché non sarebbe certo come usare Google Maps». A una condizione: «Vorrei farlo soltanto tra le moto, perché le moto sono sempre state la mia passione. Forse potrei passare al Rally soltanto avendo mio fratello Alex come navigatore».