Una vittoria importante quella di Mike Di Meglio nel secondo round della MotoE in Austria: il vincitore della prima gara sul bagnato della classe elettrica, infatti, è balzato in vetta alla classifica di campionato.

Di Meglio, portacolori del team EG 0,0 Marc VDS, si è imposto in solitudine, con 2’2 di vantaggio davanti a Xavier Simeon, portacolori del team Avintia e 4’’3 su Bradley Smith, alfiere di One Energy Racing, terzo.

La gara è stata accorciata a cinque giri a causa della pioggia ed è stato Xavier Simeon a siglare l’holeshot dalla seconda posizione in griglia, ma Di Meglio non ha atteso a farsi vedere: il poleman ha sorpassato il pilota belga già alla curva 3.

LA GARA - Nelle prime fasi la gara ha offerto la lotta tra Di Meglio, scattato bene dalla pole, ed Hector Garzo, che già si era rivelato il migliore nelle libere, mentre un possibile protagonista, il brasiliano Eric Granado, è finito nella ghiaia alla curva 3 mentre era al comando. Rientrato, ha concluso ultimo. Poi anche Garzo è stato tradito da un cordolo. Peccato anche per l’errore del vincitore della prima gara della MotoE, Niki Tuuli, che è finito largo alla curva 4: tornato in gara, ha cocnluso al quindicesimo posto, perdendo la leadership della serie iridata.

Alla fine Xavier Simeon ha dovuto accontentarsi del secondo posto, tornando eprò sul podio dopo un’assenza che durava dal 2015, mentre Bardley Smith ha colto il secondo podio consecutivo in MotoE.

Il francese Mike Di Meglio si appresta ad affrontare il prossimo round, sul circuito di San Marino, da leader della classifica.

LA TOP TEN - E a proposito di San Marino, sarà il circuito di casa per Alex De Angelis: il sanmarinese portacolori OCTO Pramac MotoE ha sfiorato il podio nel GP d’Austria, concludendo al quarto posto con un decimo di vantaggio su Matteo Ferrari, alfiere del team Trentino Gresini MotoE.

Miglior gara della stagione per Sete Gibernau, che ha concluso sesto dopo essere partito dodicesimo. Josh Hook si è piazzato settimo al traguardo davanti a Jesko Raffin, che però è stato penalizzato per sorpasso in regime di bandiere gialle. L’ottava posizione è stata così ereditata da Niccolò Canepa, con Lorenzo Savadori a completare la top 10.

Treedicesima posizione per Mattia Casadei, di poco fuori dalla zona punti Maria Herrera.

Qui la classifica della MotoE.