La Öhlins si sta preparando a far debuttare le sue nuove sospensioni che dovrebbero rappresentare un deciso passo in avanti. In occasione della giornata di prove in programma lunedì 16 agosto, a Brno, (all’indomani del Gran Premio) la Casa svedese consegnerà ai quattro team ufficiali una nuova forcella ed un nuovo monoammortizzatore. Sono il frutto di un lavoro durato due anni, di cui uno solo per lo sviluppo.

La forcella – i cui steli mantengono il diametro di 48 mm – è stata completamente rivista nei materiali, nell’idraulica, nei sistemi di regolazione. In pratica sono stati utilizzati gli studi fatti per produrre la forcella attuale, cioè il modello 2010, ma sono stati presi anche degli spunti dal modello 2009 (che sta usando solo Casey Stoner). Insomma, è una sorta di mix delle due attualmente in uso.

Il monoammortizzatore ha subito lo stesso tipo di intervento alla parte idraulica, in più ha anche la particolarità di essere più grande rispetto al modello utilizzato adesso. La Öhlins è l’unico fornitore della MotoGP. Il materiale Showa utilizzato da Marco Melandri – che però, proprio da Brno, dovrebbe tornare alle Öhlins – è infatti dello scorso anno, perché la Showa ha deciso di bloccare la sua attività nella classe regina.

I tecnici della Öhlins pensano di poter soddisfare le richieste dei costruttori di moto che sono alla ricerca di sempre maggiore precisione in entrata di curva ma anche di trazione. Impresa non semplice da realizzare, perché non è facile trovare il giusto equilibrio.