L'obiettivo è quello di imporsi come miglior pilota di un team satellite: Pol Espargarò arriva a Misano con il chiaro intento di ottenere brillanti risultati. Dopo il sesto posto nel Gran Premio di Gran Bretagna, il campione del Mondo Moto2 in carica affronta l’ultimo terzo della sua stagione da rookie nella classe regina con l'obiettivo di essere il miglior pilota su una moto satellite: "E 'stato incoraggiante finire la gara in sesta posizione come prima moto satellite a Silverstone, ma io sono determinato a finire ancora più vicino ai piloti ufficiali a Misano" spiega Pol Espargarò, che è settimo in classifica generale, a sole 4 lunghezze dalla Yamaha Forward del fratello maggiore Aleix. "Sarà una bella sfida, come sempre, il mio feeling con la Yamaha è migliorato notevolmente e ora è il momento di iniziare a essere sempre più vicino ai migliori e, magari, cercare di superarli. La mia esperienza sta crescendo, sono pronto per la battaglia e ho sempre voglia di migliorare ", aggiunge Pol, che l’anno scorso qui scattò dalla pole position e vinse la gara che gli aprì la strada al titolo in Moto2.