I due fratelli Aleix e Pol Espargarò continuano a condividere molte esperienze, compresa, questa volta, quella della sala operatoria, anche se per motivazioni diverse: Aleix è stato operato oggi per una lesione ad un tendine della mano destra rimediata durante il GP di Le Mans (leggi qui) mentre il fratello Pol soffriva di sindrome compartimentale all'avambraccio destro. A partire dal settimo giro del GP di Francia ha cominciato ad avvertire un forte dolore e, quel che è peggio, ha perso anche forza. Fino a quel momento non aveva mai avvertito dolori al braccio se non sporadicamente. Dopo il GP di Spagna, però, si era sottoposto ad alcune sessioni di fisioterapia. La persistenza dei sintomi ha fatto propendere per l'intervento, che si è svolto all'Ospedale Nisa Pardo Aravaca di Madrid ed è stato eseguito senza complicazioni dal dottor Angel Villamor. "Avevo cominciato ad avvertire qualche disagio alcune gare fa, e pensavo di migliorare rapidamente, invece non è stato così", ha commentato Pol Espargarò. "Abbiamo deciso di ridurre i tempi fra la consultazione e l'intervento, in modo da avere il maggior tempo possibile fra l'intervento e la gara successiva. La verità è che avevo avvertito quella sensazione prima ma non l'avevo considerata importante, finché in queste ultime due gare è diventata più seria. "A Jerez avevo attribuito il dolore al tipo di circuito e allo sforzo che avevo fatto nei primi giri cercando di seguire Lorenzo e Marquez e poi Rossi e Crutchlow. Invece, a Le Mans è stato anche peggio, perché ho lottato subito nella gara, ma poi non riuscivo quasi più a guidare. "Fortunatamente l'operazione è andata bene e ora posso ricominciare a lavorare ancora per rimettermi nella migliore condizione fisica possibile per le prossime gare", conclude Pol Espargarò. Fiammetta La Guidara