Oggi il team Movistar Yamaha MotoGP ha presentato la nuova M1: è stata la prima presentazione della stagione e in qualche modo ha dato il 'calcio d'inizio'. Da quando è iniziato il break invernale, dopo i test di Valencia alla fine del 2015, la squadra non è stata con le mani in mano. Gli ingegneri di Yamaha hanno portato avanti uno sviluppo intenso della YZR-M1 per tutto l'inverno e lo stesso impegno è stato messo anche da Valentino Rossi e da Jorge Lorenzo per completare una preparazione accurata ed essere pronti per la nuova stagione. I risultati sono evidenti: il team più forte del mondo è pronto a provare di essere ancora una volta il migliore. Anche gli sponsor sono gli rimasti gli stessi: per il terzo anno consecutivo il team Yamaha forma una forte partenership con la compagnia spagnola Telefonica e proprio il quartier generale dello sponsor ha costituito la sede della presentazione di oggi. Il cinque volte iridato Lorenzo ha avuto un inizio difficile nella scorsa stagione ma è riuscito a capovolgere la situazione dopo il quarto round a Jerez, in cui ha guidato la gara dall'inizio alla fine. Tornato in forma, è diventato semplicemente imprendibile e ha dato la caccia al suo compagno di squadra, che guidava la classifica, per arrivare a pari punti a Silverstone. E il duello è durato fino alla conclusione della stagione. Il nove volte campione del mondo Valentino Rossi ha conquistato i fans di tutto il mondo grazie alla sua stagione impressionante. E' stato chiaro quali fossero i suoi obiettivi fin dalla prima gara dello scorso anno, in Qatar, che ha vinto. Il 'Dottore' si è aggiudicato altri undici podi consecutivi ed è stato al comando della classifica generale per la maggior parte della stagione, mancando l'appuntamento con il podio soltanto tre volte nel 2015 e ha chiuso al secondo posto la stagione. "La scorsa stagione è stata veramente ricca di soddisfazioni, assicurando a Yamaha la tripletta, con il primo e il secondo posto in campionato e il titolo costruttori", ha commentato Lin Jarvis, managing director di Yamaha Motor Racing. "Con piloti come Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, l'immutata squadra della Yamaha MotoGP Movistar e la nuova YZR-M1 siamo sicuri di avere tutto quello che serve per confermare i titoli. Sappiamo che i nostri competitors sono in cerca di vendetta e non dobbiamo mai sottostimare gli sforzi che faranno per spodestatc. Sappiamo anche che i nuovi regolamenti e il cambiamento del fornitore di pneumatici aggiungeranno delle variabili alla sfda, ma faremo il nostro massimo sforzo per vincere il titolo 2016", ha concluso Lin Jarvis. Fiammetta La Guidara Leggi qui l'intervista a Valentino Rossi Leggi qui l'intervista a Jorge Lorenzo Guarda la gallery!