Il campione del mondo della MotoGP, Jorge Lorenzo, non ha paura dell’antidoping. A differenza degli scandali che hanno colpito in queste ore il mondo dell’atletica, nelle due ruote il test è visto come un normale episodio della vita quotidiana.

Talmente normale che il maiorchino, appena ricevuta la visita della commissione antidoping nella sua residenza in Svizzera, non ha perso l’occasione di postare sul suo profilo twitter un selfie in compagnia del… contenitore delle urine. “Test antidoping a sorpresa mentre mi stavo allenando questa mattina a Lugano” ha spiegato lo “squalo” attraverso i famosi 140 caratteri.