"Oggi abbiamo lavorato soprattutto sul passo gara, facendo un paragone con la moto più vecchia e quella con più novità; mi sento rapido, mi sento costante e sono in buona forma", così dice Maverick Vinales al termine dei test di Phillip Island che lo hanno visto svettare.

DUE PROTOTIPI - Il pilota Movistar Yamaha impressiona per costanza. 1:28.549s è il miglior passaggio del numero 25, fatto al tredicesimo giro dei 101 effettuati venerdì, giorno dove si gira meno. Numeri che mostrano il grande impegno di uno dei probabili candidati al titolo della classe regina. Viñales ha lavorato sui due prototipi con assetti diversi e, nel finale di giornata dopo un gran lavoro sul ritmo di gara, ha provato a migliorare il suo tempo ma senza riuscirci a causa della gomma anteriore troppo consumata.

STANCHEZZA - "Con tutti e due i prototipi abbiamo tenuto un gran ritmo e fare un tempo così il terzo giorno non è per nulla facile", ha spiegato Vinales. "Alla fine ho anche provato un time attack ma niente, la gomma davanti era troppo consumata ed ero anche un po’ stanco”.