Il team Reale Avintia Racing ha svelato le livree con le quali si schiereranno in griglia di partenza fra nevi di Andorra e il circuito del microstato iberico. Le Ducati del team spagnolo sono state poi portate in elicottero fino ai 2500 metri di altezza dove ad aspettare c’erano Hector Barbera e Loris Baz, che correranno rispettivamente su una GP16 e una GP15. Per la Casa di Borgo Panigale era presente anche Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati.

"Per il momento devo seguire le tappe del recupero e non ci sarò per il prossimo test a Losail”, ha detto Barbera. “Non ha senso rischiare di non arrivare in condizione alla prima gara è meglio che recuperi al 100% in vista di questo importante appuntamento. Dopo i problemi avuti nei precedenti test, questo infortunio è il peggio che mi poteva capitare ma devo restare positivo e pensare ad essere al massimo per quando inizia il campionato", ha detto Barbera, infortunatosi in allenamento (leggi qui).

“Il team si è rafforzato con l’arrivo dello sponsor Reale in aggiunta al confermato Avintia e, come sempre, ci supporteranno al massimo. La presentazione è stata emozionante e la moto mi piace molto, manca solo un inizio positivo", ha concluso Barbera.

Ai test di Losail, dal 10 a 12 marzo, i colori Reale Avintia saranno dunque rappresentati dal solo Baz. 

“Il team ogni anno si supera”, ha commentato Baz a proposito della presentazione. “L’anno scorso abbiamo girato sulla neve e questa volta siamo arrivati in quota. La nuova colorazione della moto mi piace tanto, e non vedo l’ora di salirci in sella per i test a Losail. L’anno scorso non è stato come avrei voluto, ma con il nuovo prototipo ha già trovato un buon feeling”, aggiunge. “Credo che in molte gare potrò lottare in zona top ten”.