"Mi sentivo bene e una caduta così non ci voleva. Ho fatto un errore, tutto qui e dobbiamo voltar pagina", è il commento di Marc Marquez dopo la caduta nella gara sudamericana, dove era partito in pole e stava conducendo la gara con un buon margine di vantaggio.

Il pilota Honda ha sfoderato subito un ritmo indiavolato nelle prime tornate sulla pista di Termas de Rio Hondo. Anche le Yamaha si sono dimostrate molto competitive, quella di Maverick Viñales specialmente, e sembrava che la gara dovesse riservare un duello fino all’ultima curva. Invece c'è stata la caduta al terzo giro proprio del campione del mondo, che ha perso l'anteriore alla curva 2.

ALL'INIZIO NON SI PUO' SBAGLIARE - "Nelle libere ho fatto una scivolata simile e avrei dovuto imparare. Non stavo andando così forte, era un ritmo normale. Mi dà rabbia perché so che all’inizio non si può sbagliare", dice Marquez.

Marquez rientra così dalla trasferta argentina con zero punti, un risultato pesante ma con la speranza di rifarsi dal prossimo GP in Texas dove finora sul gradino più alto del podio in MotoGP è salito soltanto lui.

"Daremo il 100% nella prossima gara”, promette Marquez.