"Finalmente siamo arrivati ad Austin, e non vedevo l’ora di essere qui dopo la caduta di Termas de Río Hondo", dichiara Jorge Lorenzo appena approdato sul suolo americano.

"Non voglio più pensare a quello che è successo in Argentina e, anche se i risultati fino ad oggi non sono stati favorevoli per noi, credo che abbiamo imboccato la strada giusta per migliorare. Purtroppo, per un motivo o per un altro, non sono ancora riuscito a dimostrarlo", commenta il pilota Ducati.

L'avvio del 2017 ha riservato poche soddisfazioni a Jorge Lorenzo: adesso, al terzo GP della stagione, deve necessariamente far meglio. Le prime due gare dell’anno sono state grigie. Nell’ultima poi, Lorenzo è finito subito fuori dopo la caduta nella bagarre del via.

LE STATISTICHE - Il circuito del COTA, dove è stato protagonista di belle gare, potrebbe essere lo scenario della svolta tanto attesa. I migliori risultati di Lorenzo in terra texana sono stati il terzo posto nel 2013, un quarto posto nel 2015 e un ottimo secondo posto lo scorso anno.

"Austin è un bellissimo circuito, dove io non ho ancora vinto, ma la Ducati qui è sempre stata competitiva ed è salita sul podio negli ultimi tre anni", dichiara Jorge Lorenzo. "È un buon tracciato per continuare con l'evoluzione della Desmosedici e il mio adattamento alla guida.

"Nel team siamo tutti ottimisti, stiamo lavorando bene insieme, e sono convinto che presto passerà questo brutto momento”, conclude il maiorchino.