A Brno si è conclusa la giornata di test della MotoGP, utile per i team per provare nuove soluzioni di ciclistica e aerodinamica in vista della fase decisiva della stagione. Michelin ha fatto provare ai piloti un’anteriore dotata di una nuova carcassa (e due mescole diverse) e nuove soluzioni di posteriore in vista del 2018.

DUELLO IBERICO, POI… - Se in mattinata era stato Maverick Vinales il dominatore delle prime ore, nel pomeriggio è stato Marc Marquez (vincitore della gara di ieri) a ribadire la sua supremazia davanti allo stesso Vinales e ad un sempre più veloce Jorge Lorenzo, alla guida della Ducati dalle fiancate “alate”. Marquez è stato in testa fino a un minuto dal termine, quando Valentino Rossi (che nel pomeriggio si è concentrato sulle prove della nuova carena e di una forcella rivista) ha piazzato il giro “buono”: 1’55”162 il miglior limite della giornata, più basso di un solo centesimo rispetto a quello di Marquez e di un decimo rispetto al compagno di squadra in Yamaha.

LORENZO ANCORA VELOCE - Quarta piazza per Lorenzo, lontano tre decimi, seguito da Johann Zarco con la M1 Tech3. Chiudono la top ten, nell’ordine, Crutchlow (che ha provato la carena alata), Pedrosa, Folger, Iannone (caduto in mattinata senza conseguenze) e Aleix Espargaro sull’Aprilia dotata di un nuovo forcellone, a 1”100 da Rossi.