La seconda sessione di prove libere della MotoGP a Spielberg si è risolta negli ultimi otto minuti utili, quando la pista si è asciugata completamente dalla pioggia “ballerina” delle ultime ore.

OTTO MINUTI DI FUOCO - In pista, in quel momento, sono scesi tutti i big, che a colpi di giri veloci hanno abbassato di oltre mezzo secondo il limite della sessione di stamattina. A contendersi il primo posto, proprio nell’ultimo minuto utile, sono stati Andrea Dovizioso e Maverick Vinales. L’ha spuntata il forlivese della Ducati, che ha dimostrato ancora una volta l’ottima attitudine della rossa di Borgo Panigale su questa pista.

GRAN FINALE PER CINQUE - Il suo tempo, 1’24”046, è stato migliore di due decimi rispetto a quello dello spagnolo della Yamaha. Quattro i decimi di ritardo degli altri tre grandi protagonisti delle fasi finali, ovvero Daniel Pedrosa (Honda), Johann Zarco (Yamaha) e Jorge Lorenzo (distante in realtà mezzo secondo con l’altra Ducati ufficiale). 

VALENTINO IN RITARDO - Più lontano Marc Marquez: il leader del campionato paga sei decimi rispetto al Dovi e nelle fasi finali è stato anche autore di un’escursione sul brecciolino a causa di una staccata troppo violenta. Alle spalle dell’alfiere Honda si è piazzato il compagno di marca, Crutchlow, seguito dall’Aprilia di Espargaro, Redding e Bautista. Solo dodicesimo Valentino Rossi (a otto decimi) mentre più indietro “navigano” Petrucci (quattordicesimo) e Iannone (sedicesimo).