AGGIORNAMENTO: Valentino Rossi è tornato. O quasi. Il 9 volte campione, che si pensava sarebbe sceso in pista martedì a Misano, ha anticipato i tempi e oggi ha effettuato quattro giri sull'asfalto del Marco Simoncelli. Rossi, secondo quanto riporta RiminiToday (che ha pubblicato anche la foto di Valentino in azione), è tornato in sella, come previsto su una R1 stradale, in vista del GP di Aragon, dove potrebbe tentare di correre almeno una sessione di libere.  La decisione di anticipare i test è stata presa a causa delle previsioni meteo, con pioggia per la giornata di martedì. 

Rossi: un test a Misano per "provare la gamba"

Un test in vista per Valentino Rossi dopo l'infortunio? Sembrerebbe proprio di si. A quanto pare il pilota di Tavullia, che pochi giorni dopo l'incidente avvenuto il 31 agosto mentre si allenava con la moto da enduro, ha iniziato la fisioterapia alla gamba, adesso sarebbe pronto per risalire in moto.

R6 STRADALE - Il test su una R1 stradale dovrebbe svolgersi domani sul circuito di Misano, dove Rossi tornerà per la prima volta dopo la frattura di tibia e perone in sella ad una moto per capire se sta facendo progressi con la fisoterapia e se sente dolore alla gamba mentre guida. Un test che, secondo i più ottimisti, potrebbe far decidere a Rossi, naturalmente con l'ok dei medici, se andare ad Aragon per provare a girare nei primi turni di prove libere e capire se tentare o meno la gara. Yamaha, intanto, dalla settimana scorsa ha fatto sapere che il suo sostituto nel circuito spagnolo sarà Van der Mark. Chissà quindi se quello di Rossi a Misano sarà un piccolo test di prova per vedere se la guarigione della gamba sta andando nella direzione giusta, o una vera e propria prova per il suo ritorno in pista.