"È stata una grande giornata, un’altra top ten a soli quattordici secondi dal primo", dichiara Pol Espargarò dopo aver conquistato il decimo posto ad Alcañiz.

"Il team ha fatto un ottimo lavoro che mi sta rendendo competitivo gara dopo gara. Il campionato non è chiuso, quindi credo che prima della fine faremo altri progressi”, promette lo spagnolo della KTM.

Il team Red Bul KTM Factory Racing ha lasciato dunque Alcañiz con la convinzione che l’avventura nella classe regina stia andando molto bene.

Pol Espargarò e Mika Kallio hanno siglato il decimo e l'undicesimo posto, avvicinandosi dunque alle Case 'veterane' della MotoGP. Risultati buoni e che denotano una grande crescita del progetto, rookie stagionale, a partire proprio dai distacchi dai primi.

SORPRESA KALLIO - Esaltante la prestazione del collaudatore-pilota finlandese Mika Kallio, colui che più di ogni altro ha visto crescere la giovane RC16. Kallio è stato la sorpresa delle libere e delle qualifiche, accedendo direttamente in Q2 grazie al quinto miglior tempo della FP3 e partendo dalla quarta fila. Quinta posizione al via invece per il pilota catalano. La gara è stata all’insegna della costanza con l’unica nota negativa nella prestazione del terzo pilota KTM: Bradley Smith che non ha trova il ritmo giusto e ha chiuso al diciannovesimo posto.

"Credo che possiamo essere ben soddisfatti e, grazie anche alla top dieci di Pol (Espargarò, ndr), abbiamo fatto un grande risultato", spiega Mika Kallio.

"È la mia terza gara della stagione e in alcuni punti la mia distanza dal primo era di soli sette secondi. I miei tempi erano anche comparabili con quelli dei primi, sono felice per tutta la scuderia”, conclude Kallio.