Inizia nel peggiore dei modi il primo giorno di prove libere a Motegi: pioggia battente, visibilità limitata e un'atmosfera spettrale da venerdì 13 in cui i piloti emergono dalla nebbia come fantasmi. Quando in Italia sono le 3 di mattina, i fuoriclasse della Motogp scendono in pista equipaggiati con gomme rain e impermeabile sopra la tuta. In questa prima giornata di prove Marc Marquez e Andrea Dovizioso si sono accaparrati rispettivamente le Fp1 e le Fp2 continuando a mandare avanti una battaglia a colpi di gas che non lascia spazio agli avversari e che si preannuncia molto allettante in vista della gara e della classifica iridata.
Le Ducati sul circuito nipponico girano molto bene e si adattano perfettamente alle caratteristiche particolari della pista per le forti frenate e accelerazioni, Honda tiene botta anche con Pedrosa e Crutchlow che riescono ad entrare nelle prime dieci posizioni.
Due sorprese in questo day 1: positiva l'Aprilia di Aleix Espargarò che ottiene il terzo posto, negative le Yamaha di Vinales e Rossi, fuori dai dieci. La miglior Yamaha della giornata è ancora una volta in questo campionato quella satellite di Johann Zarco. Ma andiamo con ordine.

DOMINIO MARQUEZ NELLE FP1 – Come abbiamo detto pista bagnata e pioggia battente caratterizzano le Fp1, ma i piloti escono subito dai box per provare a girare sul bagnato.
Marc Marquez riscalda un po' le gomme e dopo pochi giri è subito in testa con un tempo eccellente (date le condizioni meteo) di 1:55.418.
Alle sue spalle, a 87 decimi stupisce il buonissimo risultato dell'Aprilia di Aleix Esprgarò, terzo è Scott Redding a un secondo dal capolista.
Al quarto posto troviamo la prima Ducati della giornata con Jorge Lorenzo, vittima di un incidente a cinque minuti dalla fine.
Il maiorchino mentre si trova in pista, rallenta un attimo e guarda indietro, arriva Cal Crutchlow che sta facendo un giro lanciatissimo e lo centra in pieno: i due rovinano a terra ma fortunatamente senza alcuna conseguenza.
Andrea Dovizioso segue Lorenzo nella classifica dei tempi, alle sue spalle c'è Zarco, settimo Crutchlow, ottavo Rins in sella alla Suzuki che a Motegi si presenta con una nuova carena con le alette che spuntano da sotto come lunghi baffi.
Chiudono la classifica dei primi dieci Maverick Vinales a un secondo e mezzo da Marquez e Bradley Smith, Valentino Rossi è diciannovesimo.

DOVIZIOSO NON CI STA – Se Marquez era stato il più veloce nelle Fp1, Andrea Dovizioso conquista le Fp2 e la classifica dei tempi combinati con un maestoso 1:54.877, miglior tempo della giornata. Lo segue con un distacco di 0,43 decimi Marc Marquez che anche nelle Fp2 continua a martellare girando prima con le gomme usate e poi con le nuove.
Una giornata quasi impeccabile per lo spagnolo se non fosse per una caduta a tre minuti dalla fine.  Terzo nella classifica dei tempi combinati è lo strepitoso Aleix Espargarò che con la sua Aprilia spiazza gli avversari, quarto Jorge Lorenzo, quinto Johann Zarco, sesto Danilo Petrucci.
Una classifica molto varia in fatto di “colori” che vede anche Andrea Iannone al settimo posto, poi ottavo Dani Pedrosa, nono Cal Crutchlow e decimo Alex Rins. Maverick Vinales e Valentino Rossi sono undicesimo e dodicesimo, per loro una giornata flop ma che servirà sicuramente per mettere a punto la moto che sul bagnato ancora non è perfetta.