Da quando il suo dominatore incontrastato Casey Stoner si è ritirato, il Gran Premio di Phillip Island è uno dei più incerti dell'intero calendario della MotoGP. Pensate che nelle ultime 5 stagioni, sul gradino più alto del podio si sono alternati cinque piloti. Tra questi manca all'appello Dovizioso, ma nemmeno Marquez ha avuto sempre vita facile in Australia. Riviviamo insieme le ultime stagioni e le prestazioni dei due protagonisti del momento.

KING CASEY - Nel 2012, ultimo anno di carriera di Stoner, fu proprio l'australiano a vincere il GP di casa (per la sesta volta consecutiva) stampando con la sua Honda anche il giro veloce (1:29.623) e la pole (1:30.191) davanti a Jorge Lorenzo, che conquistava matematicamente il suo secondo mondiale nella classe regina. Fu quella la sua ultima vittoria in MotoGp. Marquez al tempo dominava la Moto2, per Dovizioso, pilota della Yamaha Tech 3, un dignitoso quarto posto.

ANNO 2013: non c'era più Stoner, ma a scuotere il mondiale era arrivato Marc Marquez. Il Gp d'Australia però non andò benissimo per lo spagnolo, squalificato per un errore nel cambio moto: a causa di un problema con il consumo delle gomme, all'epoca ancora Bridgestone, si decise di ridurre il numero dei giri della gara da 27 a 19 con obbligo di cambio moto entro il decimo giro. Marquez ritardò di un giro per un errore di comunicazione con il proprio team e così dovette rimandare la vittoria del suo primo mondiale in MotoGp alle gare successive.

DOVIZIOSO, al primo anno in Ducati, giunse nono. La vittoria andò a Lorenzo, in corsa per il titolo. Il Gran Premio d'Australia del 2014 fu dominato da Valentino Rossi, partito ottavo sullo schieramento. Al traguardo arrivarono solo in 14 con ben 9 ritiri: Marc Marquez (già sicuro del titolo mondiale) cadde a dieci giri dalla fine quando era primo, consegnando la vittoria a Valentino. Per il Dovi ancora un quarto posto alla guida della Ducati.

LA PRIMA DI MARQUEZ - L'anno dopo, nel 2015, arrivò la prima vittoria in Australia di Marquez, dominatore assoluto e protagonista di una gara mozzafiato. Lo spagnolo ottenne anche la pole (1'28.364) e il giro veloce (1'29.280). Male Dovizioso, solamente 13esimo. Nel 2016 vittoria di Crutchlow davanti a Rossi, l'ennesimo quarto posto per Dovizioso e spettacolare caduta, senza conseguenze, al nono giro per Marquez, comunque autore della pole (1'30.189).

QUELLA DI PHILLIP ISLAND è una pista dove davvero può accadere di tutto e in cui né Marquez né Dovizioso hanno mai trovato un feeling definitivo. Per entrambi va registrata una vittoria nelle classi minori: in 125 per il Dovi nel 2004, in Moto2 per Marquez nel 2010.

INFINE UNA CURIOSITA' STATISTICA che riguarda il circuito australiano: il pilota ad aver vinto di più è Valentino Rossi, 8 volte (cinque di fila dal 2001 al 2005 oltre a quella del 2014 e alle due nella classi minori) contro le 6 di Stoner (sei di fila dal 2007 al 2012). In pratica Rossi, nonostante il primato, non ha mai vinto a Phillip Island quando in pista c'era Stoner.