Dopo una bellissima gara in Giappone e i turni di prove libere australiani che avevano portato ancora una volta l'Aprilia RS-GP di Aleix Espargarò a competere per le prime posizioni della classifica, la gara di Phillip Island ha segnato uno nuovo “stop” per il team italiano vittima di non poca sfortuna. All'inizio dell'ottavo giro, il catalano è caduto scivolando via dal tracciato e perdendo così la sesta posizione che stava mantenendo in gara, ma soprattutto la possibilità di ottenere un altro buon piazzamento.
Per lui, inoltre, durante la caduta si è verificato un infortunio, in quanto Aleix si è fratturato il quarto metacarpo della mano sinistra.

IRONIA SOCIAL - Subito portato a fare i controlli alla Clinica Mobile, il pilota ha preferito optare per l'immobilizzazione dell'arto per poter recuperare più velocemente e gareggiare a Sepang in programma proprio questo fine settimana.
Ieri, su Instagram ha postato un video in cui mostrava la mano lesionata con il dito mignolo maggiormente gonfio rispetto agli altri e, in modo ironico, ha chiesto ai suoi fans se il mignolo in questione sembrasse più un dito o una salsiccia.
Aleix, che non ha optato per l'operazione, ha preferito quindi immobilizzare il dito con la speranza che per venerdì possa essersi sgonfiato e che non abbia dolore una volta alla guida della moto. Ma oggi è tornato sui social per comunicare a tutti che il dolore alla mano è insopportabile e che in queste ore sta tornando a casa per sottoporsi all’operazione.

PECCATO PER LA GARA - "La gara stava andando bene, - ha commentato il pilota spagnolo - nonostante una partenza non perfetta ero già rientrato nel gruppo dei migliori e avevo un buon feeling. Purtroppo sorpassando Miller alla prima curva sono andato un po' troppo largo, finendo nella parte sporca della pista e scivolando”.
Con l'amaro in bocca per una gara che avrebbe potuto essere molto buona ma che invece non lo è stata è rimasto anche Romano Albesiano, Aprlia Racing Manager che ha commentato: ”E’ stato un weekend particolare, nel quale abbiamo mostrato ancora una volta quanto la nostra moto sia competitiva e quanto Aleix riesca a sfruttarla. La gara era iniziata nel migliore dei modi, nonostante una partenza non perfetta, sulla quale dobbiamo lavorare, ha recuperato con una velocità impressionante. Purtroppo la caduta lo ha fermato in una gara dove tutto sarebbe stato possibile, ma i responsi di questa pista ci fanno guardare con ottimismo sia alle prossime gare che al 2018".