Adesso non si scherza più. E' arrivato il momento di aprire il gas, girare forte, ma soprattutto di non fare errori. La lotta al titolo mondiale troverà il suo vincitore all'ultima gara dell'ultimo gran premio in programma per questo 2017: Valencia. Terra spagnola e pista “logicamente” più amica degli spagnoli, un po' come accade in Italia per il Gp del Mugello o per quello di Misano. Dovizioso dovrà fare un'impresa storica per vincere il titolo, dall'altra parte, a Marquez basterà molto meno, ma attenzione perché i “giochi di squadra” o in generale gli avversari, potrebbero riservare delle sorprese.
In gara ci sono infatti molti spagnoli che girano bene su questa pista: Dani Pedrosa, Jorge Lorenzo, Maverick Vinales, Aleix Espargarò.

LE STATISTICHE – Sul circuito Ricardo Tormo, Marquez è riuscito a vincere due volte, la prima nel 2012 quando ancora era in Moto2 partendo dall'ultima fila, facendo una rimonta su tutti gli avversari e arrivando a vincere, e la seconda nel 2014 in Motogp.
Per lui ci sono stati anche un secondo posto nel 2016, un altro secondo posto nel 2015, ed un terzo posto nel 2013 (contando solo i cinque anni in Motogp dello spagnolo). Su questo tracciato è Jorge Lorenzo che però ha portato a casa più vittorie lasciando spazio soltanto a Casey Stoner e Dani Pedrosa (negli ultimi 10 anni). Marc Marquez avrà quindi sbagliato o fatto bene ad essere “conservatore” nell'ultima gara in Malesia?
Lui ha dichiarato di non averne quanto Zarco e le due Ducati, ma forse arrivare terzo avrebbe significato avere un asso vincente in più in ottica Mondiale.

QUANDO IL GIOCO SI FA DURO... - Adesso che il gioco si fa ancora più tosto allo spagnolo, che precede Dovizioso di 21 punti, toccherà fare una bella gara se vorrà portare a casa la vittoria. Le statistiche sono chiare: se Dovizioso vincesse, a Marquez basterebbe un undicesimo posto per conquistare il titolo, mentre se l'italiano non vincesse, a prescindere Marquez diventerebbe campione del mondo.

I PRECEDENTI – Per Marquez sicuramente vincere a Valencia davanti al pubblico di casa, sarebbe un risultato ancora più bello, ma la storia insegna che non sempre le cose vanno come vorremmo. Chi non ricorda il Mondiale 2011 in cui Valentino Rossi e Nicky Hayden erano in lotta per il titolo? Il Dottore cadde durante la gara e seppur rialzandosi non riuscì ad arrivare nelle prime posizioni consegnando a Nicky la vittoria. Oppure nel 2015 quando tra Rossi e Lorenzo c'erano 7 punti di differenza a favore dell'italiano, ma Jorge la spuntò portandosi a casa il quinto titolo.
E' anche vero che nel 2013, Marquez ci ha insegnato che quando è il momento di esserci, lui c'è andando a vincere su Lorenzo un mondiale che anche in quell'occasione si decise all'ultima gara con un distacco di soli 13 punti. Quello che è certo, è che per chi sarà a Valencia lo spettacolo non mancherà!