Dal box Ducati durante la gara di Sepang ha potuto vedere bene con i suoi occhi i fenomeni in pista in questo 2017.
Così Max Biaggi che quest'anno è stato vittima di un grave incidente in moto, ma che adesso è tornato in forma nonostante abbia detto di non voler girare più in pista, ha commentato questo campionato che si deciderà nell'ultima gara di domenica 12 novembre a Valencia.
L'ex pilota, quattro volte campione del mondo nella classe 250cc e due volte campione mondiale Superbike è grande amico di Jorge Lorenzo, tanto che si era parlato anche della possibilità che potesse fare da personal coach al maiorchino una volta approdato in Ducati.
L'accordo non c'è stato, ma tra i due è rimasta ugualmente una forte amicizia e Biaggi è il primo a credere che Lorenzo, con la moto di Borgo Panigale, arriverà a vincere anche il titolo iridato.

CAMPIONATO COMBATTUTO - Intervistato da Bikesportnews Max ha fatto un excursus sull'attuale stagione della Motogp: “ è stato un campionato molto equilibrato dove ci sono stati diversi piloti che hanno guidato molto bene durante la stagione. All'inizio era Yamaha a dominare, poi è toccato a Ducati con diverse vittorie di Dovizioso ed infine con una doppia vittoria della Honda a Misano e Aragon. Gli pneumatici hanno reso più aperto e complicato il campionato, ad esempio Vinales durante i test invernali sembrava imbattibile ma poi le gomme sono cambiate e ha riscontrato più difficoltà.”

“MARQUEZ QUANTO VUOLE VINCERE?” - Biaggi si sofferma poi a parlare della Honda, ma soprattutto del suo pilota di punta Marc Marquez che in pista riesce sempre a fare la differenza, soprattutto sul suo compagno di squadra Dani Pedrosa: “da quando è arrivato in Motogp ha vinto sempre una gran quantità di gare, nonostante la sua moto non sia stata sempre la migliore. Come si capisce se è la migliore moto? Se Marc vince e Pedrosa arriva quinto o sesto questo è il potenziale della moto, mentre Marc è colui che fa la differenza. Mi chiedo quante gare avrebbe vinto se avesse avuto la moto migliore.”

JORGE NEL 2018 GAREGGERA' PER IL TITOLO – Poi l'ex pilota parla del suo amico Jorge Lorenzo che dal 2018 vede già in lotta per il titolo mondiale: “ Jorge non ha mai rinunciato anche quando i risultati non sono arrivati, è sempre stato ottimista e adesso è competitivo. A Misano prima dell'incidente era molto veloce e ad Aragon è stato in testa per molti giri e ha chiuso arrivando sul podio, sono sicuro che presto arriverà anche la vittoria. Una volta che avrà imparato a gestire bene la moto sarà in grado di essere sempre davanti e l'anno prossimo sarà un serio contendente per il titolo.”