Dopo le “dichiarazioni di guerra” di Andrea Dovizioso, arrivano anche quelle di Marc Marquez. In realtà i due piloti nutrono molto rispetto l'uno nell'altro e nonostante Valencia decreterà il vincitore del titolo, l'atmosfera che si respira da entrambe le parti è molto pacata. E se Dovizioso ha dichiarato che, nonostante i 21 punti di distacco da Marquez, ci crede ancora, ecco che arriva la risposta dello spagnolo quando mancano due giorni all'inizio delle prove libere del venerdì.

UN PO'DI PRESSIONE C'E' -  Il pilota di Cervera che in questo 2017 ha avuto momenti buoni e momenti negativi, adesso si trova ad affrontare la prova più importante. Per lui, se dovesse spuntarla su Dovizioso, sarebbe il sesto titolo in carriera, il quarto in Motogp (Marquez correre in motogp dal 2013): “ovviamente sarà naturale sentire un po' di pressione a Valencia  - ha detto Marc - ma onestamente c'è stata pressione per tutta la seconda metà della stagione. Inoltre, il fatto che siamo riusciti a gestire alcune situazioni complicate, come è avvenuto in Malesia, mi dà un senso di positività. Per quanto riguarda la pista, sono contento perché Valencia mi piace. Il senso del circuito è antiorario e di solito si adatta al mio stile. Naturalmente, è anche bene poter gestire il vantaggio di punti. Detto questo, non ci penseremo molto. Sono sicuro che non sarà facile, quindi andiamo a Valencia senza un eccesso di fiducia. Manterremo la stessa mentalità e lo stesso metodo di lavoro che ci ha portato fino a dove siamo e daremo il cento per cento, perché sarà importante essere veloci dal primo allenamento.”