Un vero schiacciasassi, Marc Marquez, che vuole subito mettere le cose in chiaro prima della gara di domani. Lo spagnolo infila il turbo al polso destro e annichilisce ogni tentativo degli avversari col tempo di 1.29.897, conquistando la pole nonostante una brutta caduta nel finale (per fortuna senza conseguenze).

IANNONE RITROVA LA SUZUKI - Alle spalle dello spagnolo, secondo e terzo tempo rispettivamente per Zarco e Iannone. Il primo sempre più determinato a ritagliarsi uno spazio tra i grandi, il secondo finalmente a suo agio sulla Suzuki, dopo gli infiniti problemi di questa stagione 2017.

PECCATO PER LORENZO - Apre la seconda fila un determinatissimo Jorge Lorenzo, tirato via dalla lotta per la pole da una scivolata causata probabilmente dalla troppa foga: rientrato ai box, lo spagnolo torna in sella, ma non riesce ad andare oltre il 4° crono. Alle sue spalle chiudono la seconda fila Dani Pedrosa e l’ottimo Pirro. Solo settimo, invece, Valentino Rossi, che dà l’impressione di non riuscire ad entrare in sintonia con la sua M1 a Valencia. Seguono Espargarò e, solo 9°, Dovizioso.

IMPRESA QUASI IMPOSSIBILE - Il forlivese della Ducati, a differenza del compagno di squadra Lorenzo, non è apparso incisivo tra i cordoli e la terza fila di certo non lo aiuterà nell’impresa a cui è chiamato domani in gara. Ricordiamo che, per poter vincere il mondiale, Andrea deve arrivare necessariamente primo, sperando che Marquez si classifichi oltre l’11° posizione.

Chiude la TopTen Alex Rins. Potete trovare QUI la griglia di partenza completa e tutti i tempi nel dettaglio