Test a Valencia che si aprono nel segno di basse temperature e cielo terso. Ai box sono poche le saracinesche alzate, Franco Morbidelli campione del mondo in Moto 2, complice la voglia di salire per la prima volta su una Motogpl, è uno dei primi a scendere in pista in sella alla Honda del team Estrella Galicia Marc Vds. Insieme a lui Jack Miller passato al team Ducati Pramac e Scott Redding passato in Aprilia.
Si parla di lavoro di ricentratura degli assetti per tutti e lavoro sul motore 2018 per la maggior parte dei team. La Honda mostra le prime novità di questi test: Marquez e Pedrosa avranno a disposizione tre moto ciascuno tra cui una ibrida che presenta uno scarico più alto e non più curvato “a ricciolo” come lo era quello del 2017.
Tanto il lavoro da fare in casa Yamaha dopo una seconda parte di campionato da dimenticare: Valentino Rossi e Maverick Vinales scendono in pista dopo un'ora e mezzo dall'inizio dei test.
I piloti hanno a disposizione tre moto ciascuno tutte e tre con nessuna novità eclatante, se non un motore prototipo 2018.
Ai box Suzuki assenti Alex Rins e Andrea Iannone entrambi vittime di un virus gastrointestinale.
Dal box Ducati,invece, l'annuncio che nella giornata di oggi Lorenzo e Dovizioso scenderanno in pista con il telaio 2017, mentre il nuovo prototipo si vedrà soltanto domani.

I TEMPI DELLA MATTINA – Il più veloce della mattina è ancora una volta il campione del mondo 2017 Marc Marquez con un tempo di 1:30.673 fatto all'11esimo giro, alle sue spalle Johann Zarco ( 1:31.227) in pista con la moto 2016 e con al box la 2017 ancora da testare, terzo Maverick Vinales in 1:31.306.
Al quarto posto c'è Dani Pedrosa in 1:31.328, quinta è la KTM di Pol Espargarò, sesto Jorge Lorenzo in 1:31.586, settimo Aleix Espargarò, ottavo Andrea Dovizioso.
A chiudere i primi dieci ci sono poi Cal Crutchlow in 1:31.685 e Valentino Rossi in 1:31.782. 
Il Dottore è incappato in una caduta alla curva dieci che gli ha fatto distruggere la moto sul quale aveva montato il nuovo motore prototipo del 2018 che ormai per l'intera giornata non potrà più testare. Da segnalare il diciassetesimo posto di Franco Morbidelli in 1:34.204 al suo esordio su una motogp.