Alle 15.0 del pomeriggio del secondo giorno di test Andrea Dovizioso ha tolto la tuta e ha fatto le valige per tornare in Italia. Dopo un primo giorno in cui aveva ottenuto il settimo tempo, e dopo il decimo posto di questa mattina in 1:31.758, il forlivese ha deciso di lasciare il box. Tutto ciò che la Ducati gli aveva messo a disposizione, come le nuove forcelle e altre parti che andranno a definire la nuova Ducati 2018, è stato provato.

“HO BISOGNO DI RICARICARE LE BATTERIE” - Intervistato da Sky poco prima di ripartire per l'Italia, Andrea Dovizioso, artefice di un'annata davvero superlativa, ha dichiarato: “abbiamo provato quello che c'era nel programma dei due giorni e la prossima settimana saremo a Jerez per fare nuovi test. Non avevamo la moto dell'anno prossimo quindi stiamo facendo delle piccole cose per migliorarci, la stagione è stata impegnativa quindi dobbiamo ricaricare le batterie. Ieri eravamo veloci, il feeling era buono. Dopo la gara avevo in mente certi punti dove migliorare, e ci siamo focalizzati sul migliorare i nostri limiti. Di solito i test sono un qualcosa di particolare, ognuno l'approccia in modo diverso, alcuni fanno comparazioni, altri provano anche l'attacco al tempo.
In realtà le gomme sono limitate, quindi è meglio fare comparazioni che usarle per fare il tempo".

Poi fa un'ultima riflessione su questo campionato e sulla voglia di rientrare in Italia: noi piloti siamo sottoposti ad un forte stress durante tutto il campionato, dobbiamo tirare fuori sempre il cento per cento e oggi ho sentito davvero che la mia batteria si stava esaurendo quindi ho deciso di finire un po' prima i test per tornare a casa”.