Le voci di corridoio su Marc Marquez in KTM nel 2019 vedevano il pilota spagnolo già vestito con i colori blu arancio della casa austriaca, e invece le parole decise di Stefan Pierer amministratore delegato KTM, hanno dato la smentita sul bel “castello in aria” che in tanti si erano già fatti. Un ottimo lavoro quello che KTM sta portando avanti in Motogp e che al suo primo anno nella classe regina con Pol Espargarò e Bradley Smith sta studiando bene la moto per essere pronta ad accogliere un pilota più “patinato” in grado di portarla sui gradini alti del podio. Questa strategia non è mai stata negata da KTM, ma non era ben chiaro quale fosse il pilota d'eccezione pronto a diventare la star della casa austriaca e Marc Marquez è da sempre stato il primo indizio in quanto entrambi hanno come sponsor la Red Bull. E invece la smentita arriva proprio da Pierer in un'intervista fatta a Speedweek.com che guardando al 2019 ha già ben chiaro chi vorrebbe nella sua scuderia: il francese Johann Zarco.

LA DECISIONE - “Ho la chiara intenzione di mantenere Pol Espargarò per il 2019 – ha dichiarato Stefan Pierer raggiunto da Speedweek.com durante i test di Valencia – lo dico francamente. Lui lo merita, inoltre si integra molto bene con il nostro team.” Il pilota spagnolo durante il 2017 è riuscito ad entrare per quattro volte nella top ten, arrivando 17esimo in classifica iridata, e riuscendo insieme a Bradley Smith e al collaudatore Mika Kallio, a portare la KTM tra le prime dieci posizioni dal Gp di Assen in poi.
E se per Pol Espargarò di dubbi non ce ne sono, quando è stato chiesto al Ceo di KTM cosa ne pensasse sulla possibilità di avere l'attuale campione del mondo nel suo team, ha risposto: “sono onesto, non farò un'offerta a Marc Marquez. Sarebbe controproducente con il nostro programma junior, abbiamo un team Moto2 di grande successo con Oliveira e Binder, e a lungo termine Binder diventerà anche un grande pilota di Motogp. Non voglio spendere così tanti soldi per un pilota come Marquez e quindi bloccare i posti in Motogp.”

IL FUTURO KTM – Pierer ha fatto molto bene i suoi calcoli e per il 2019, ha già le idee molto chiare non solo sui piloti ma anche sul futuro del suo team: “ nel 2019 vorremmo fare una squadra satellite in Motogp e vorremmo farlo gestendo il tutto con un team junior, puntando quindi su Oliveira e Binder e  utilizzando le stesse moto del team ufficiale e non quelle dell'anno precedente.”

SOLO E SOLTANTO ZARCO - Ma quindi quale pilota vede bene Stefan Pierer accanto a Pol Espargarò per il 2019? “Quando guardo tutti i piloti del campionato, non c'è nessun altro al quale possa pensare se non a Zarco, ha guidato il campionato del mondo Moto2 per due anni e vinto la Red Bull Rookies Cup.” Poi si sbottona un po': “in corso ci sono già dei colloqui con Zarco e il suo manager Laurent Fellon.”