Il neocampione del mondo della Moto2, Franco Morbidelli, si dichiara pronto e determinato ad iniziare alla grande la sua prima stagione in MotoGP.  Il romano naturalizzato pesarese ha partecipato all’evento di Estrella Galicia 0,0 di Madrid nel fine settimana appena concluso. Il campione del mondo della categoria mediana ha diviso il palco con gli altri iridati della stagione, Marc Marquez  e Joan Mir, accomunati dal celebre marchio. Una conferenza stampa che è servita a Morbidelli per fare un bilancio di una stagione vittoriosa e, soprattutto, per guardare al 2018, anno di arrivo nella massima serie.

Miglior rookie - L’adattamento con la Honda RC213V del team Marc VDS sta procedendo bene; dopo i primi test a Valencia e a Jerez de la Frontera, il 'Morbido' ha parlato dell’obiettivo principale del prossimo campionato.

Obiettivo prestigioso - “La perfezione, in termini di risultati, sarebbe diventare il miglior rookie della classe regina", dichiara Morbidelli.

Un obiettivo prestigioso in una massima serie dove, a sfidarlo nella corsa ad essere il miglior esordiente, ci saranno sia il compagno di box e già rivale in Moto2 Tom Luthi, ma anche Takaaki Nakagami, portacolori LCR Honda Idemitsu e Xavier Simeon di Avintia Racing.

"La cosa più importante è avere una buona velocità e buone sensazioni sulla moto il prima possibile”, afferma Morbidelli.

“Alla fine dei test dovrò essere pronto per l’inizio della stagione e, dopo le prime cinque gare, capire a quale livello siamo. Quello sarà un punto di partenza importante per crescere ancora”, conclude il 'Morbido'.