C’è molta attesa per la decisione di Valentino Rossi riguardo al proprio futuro: il pesarese, che il 16 febbraio compirà 39 anni, non ha ancora firmato il suo rinnovo contrattuale con Yamaha. Al contrario, il suo compagno di box Maverick Viñales ha siglato l’accordo alla vigilia dei test di Sepang.

“Ho parlato con Lin Jarvis (Direttore Yamaha Racing, ndr) la scorsa settimana e mi ha detto che Maverick aveva chiuso l'accordo”, ha dichiarato Valentino Rossi in un’intervista a Motorcycle News.

“Ci sono state volte che ho firmato prima del mio compagno di scuderia, altre dopo; ma voglio aspettare e vedere quello che succede. Mi sento abbastanza pronto per chiudere l’accordo ma non so quando, ad ogni modo ho fiducia e siamo ottimisti”, ha aggiunto Rossi.

DEVO ALLENARMI BENE - Valentino Rossi ha sottolineato che non dimentica la sua età, ma al tempo stesso non se la sente addosso.

“Certamente non sono più giovane ma è da sei o sette anni che sento che la mia condizione fisica resta costantemente allo stesso livello”, ha dichiarato Rossi. “A venticinque anni è forse più facile recuperare. Sicuramente devo allenarmi bene, ma in questo sport credo che conti un può di più la testa che in altri”.

I TEST - Intanto il test a Sepang ha visto Valentino Rossi al sesto posto nella tabella dei crono il primo giorno, al secondo posto l’indomani, e soltanto all’ottavo posto nella terza giornata. La classifica combinata lo vede al nono posto, a 6 decimi dalla Ducati di Lorenzo, e comunque primo delle Yamaha.

“È stato un test positivo anche se mi aspettavo di andare un po’ più forte”, è il commento Valentino. Ci è venuto tutto un po’ più difficile e adesso cercheremo di capirne il motivo. Abbiamo sofferto di più a causa della mancanza di grip e questo ci ha fatto perdere posizioni, ma rispetto allo scorso anno abbiamo migliorato il passo anche con le gomme usate, e questo è importante.

"Siamo tutti vicini e ci sono tante moto che vanno forte. Se la gara dovesse essere domani ci sarebbe un gran gruppo, tipo Moto3­. Ma l’importante è essere lì, la strada è lunga. Sappiamo che sarà dura, dobbiamo migliorare”, ha concluso Rossi.