E' un Danilo Petrucci soddisfatto quello appena sceso dalla nuova Desmosedici 2018. Anche per il ternano, affiancato dal neo compagno di squadra Jack Miller, i test di Sepang hanno segnato un buon inizio, così come lo è stato per tutto il team Ducati ufficiale. Il lavoro effettuato dal suo team, l'Alma Pramac Racing, è stato incentrato principalmente sulla raccolta dei dati al fine di migliorare ulteriormente lo sviluppo della nuova GP18.
Qualche giro sulla vecchia versione 2017 durante la prima giornata e poi Petrucci è passato subito al nuovo prototipo con il quale si è trovato da subito a suo agio, tanto da chiudere il crono della prima giornata in 2:00.123 ottenendo la quarta posizione. Nella seconda giornata il pilota con il numero 9 ha effettuato di nuovo comparazioni tra le due moto per poi arrivare all'ultimo giorno in cui si è dedicato, insieme agli ingegneri Ducati, all'assetto di guida in sella alla versione 2017.

LAVORO INTENSO - Petrucci può davvero dirsi soddisfatto dei risultati dei primi test, poichè proprio alla guida della versione 2018 è riuscito a migliorare il suo tempo in 1:59.528: “Le sensazioni sono state molto positive - ha dichiarato - il feeling con la nuova moto cresce e con Ducati abbiamo fatto un lavoro molto importante che potrà servirmi durante la stagione”.

“Nei giorni – prosegue - abbiamo svolto un intenso lavoro con entrambe le moto. Avrei potuto fare qualcosa in più nel time attack del mattino nell'ultima giornata con le condizioni migliori della pista ma abbiamo avuto un problema tecnico che ci ha rallentato. Sono comunque molto soddisfatto per le sensazioni che mi ha dato la 2018. In Thailandia avremo più tempo per lavorare con la nuova moto.”