Tornato in Spagna dopo i test di Sepang, il sei volte campione del mondo Marc Marquez ha ripreso l'aereo verso Madrid per partecipare al Gala della Federazione motociclistica spagnola dove era atteso come ospite d'onore. E proprio qui, ieri mattina, ha ricevuto la medaglia d'oro al merito sportivo. Ma quella di ieri è stata anche un'occasione per parlare della nuova Honda 2018 appena testata a Sepang e del campionato che a breve ripartirà.

LE DICHIARAZIONI - “Ci sono cose da affinare e migliorare, ma sembra buono. Quando arriva un nuovo motore ci sono molte cose da gestire e mettere in atto” - ha dichiarato Marc Marquez in merito alle nuove modifiche apportate alla RC 213 V versione 2018.
Test che in Malesia non hanno portato lo spagnolo nelle prime tre posizioni della classifica come di solito siamo abituati a vederlo, ma che in realtà hanno lasciato molto soddisfatto il pilota.
Ma oltre alla moto c'è sempre da tenere un occhio puntato sugli avversari e Marc ha già capito chi potrebbe dargli del filo da torcere in questo nuovo anno: “A partire dal 1 gennaio non sono più un campione - ha proseguito Marquez - ero un campione. Sono uno qualunque sulla griglia di partenza, un altro che proverà a lottare per il titolo. In Qatar partiremo tutti da zero punti, proprio come i favoriti. Sappiamo che Lorenzo è capace di tutto, ha vinto cinque mondiali, non c’è nulla di nuovo, ha finito la stagione molto bene. Ha comandato per grande parte della gara in Malesia, a Valencia era da podio fino a quando non è caduto… sarà un rivale per il titolo”.