In attesa di salire sulle RC213V per il secondo test invernale del 2018, al Buriram International Circuit, Marc Marquez e Dani Pedrosa della Repsol Honda hanno avuto l'opportunità di fare qualche giro sul tracciato thailandese in sella ad uno scooter Honda Scoopy.

La pista progettata da Hermann Tilke ha una lunghezza di 4,6 chilometri ed è situata a circa 400 km a nord-est di Bangkok. Da oggi ospiterà tre giorni di test, ma verso il finale di stagione, nel weekend dal 5 al 7 ottobre, proprio qui debutterà il primo GP della Thailandia.

Marquez: “Serve analizzare i dati” - “Oggi abbiamo fatto un giro su uno scooter, che ovviamente è molto diverso dalla nostra moto, quindi farsi una vera impressione della pista è difficile”, ha detto Marc Marquez. “Eppure, tutto sommato, basandomi su ciò che ho visto oggi, mi piace. Molte persone paragonano questo posto alla Malesia, ma mentre è vero che qui fa decisamente caldo, è anche differente, con un diverso tipo di umidità.

È una pista corta, veloce in alcune aree come i due rettilinei che richiedono una buona accelerazione, ma nel mezzo c'è una parte tecnica stretta che secondo me mi piacerà molto. Ad ogni modo, domani vedremo com'è davvero”, ha aggiunto Marquez.

“La cosa più importante è fare un buon lavoro con il team analizzando i dati che abbiamo, compresi quelli del mondiale Superbike, quindi possiamo provare ad iniziare con una buona base, specialmente l'impostazione del cambio, perché se su quello sei molto lontano, ci vuole molto tempo per recuperare. Vedremo. Sono ansioso di salire sulla moto e iniziare”, dichiara ancora Marquez.

Pedrosa: “Una pista stretta e corta” - "Le traiettorie sono più intuitive, più facili da capire quando si inizia a girare, ma bisogna inserirsi in curva con la marcia giusta e con la velocità adeguata”, aggiunge Dani Pedrosa.

“La mia prima impressione, a parte il fatto che sia davvero molto calda, è che la pista è piuttosto stretta e corta, il che significa che sarà un po' più importante essere in grado di prendere la giusta traiettoria e settare bene il cambio. E poi serve solo salire in moto e fine, devi iniziare il processo di apprendimento!" conclude Pedrosa.