La seconda giornata di test in Qatar si chiude nel segno di Andrea. A dire la verità è una doppietta di Andrea, dato che a dominare la vetta della classifica è Andrea Iannone in sella alla Suzuki, seguito però a ruota da Andrea Dovizioso in sella alla Ducati.
Un binomio già rivisto in terra araba quando i due piloti, entrambi con Ducati, si aggiudicarono in gara il secondo e terzo posto (2015).
Oggi però, la classifica ha regalato altri risultati con quattro Case costruttrici diverse nelle prime quattro posizioni: dopo Suzuki e Ducati, è la Honda di Marc Marquez che si è portata in terza posizione, mentre quarta è arrivata la Yamaha satellite di Johann Zarco, dimostrandosi ancora una volta più veloce dei due piloti ufficiali.
Ma la seconda giornata di test è stata caratterizzata anche dalla pioggia che ha portato la sabbia in pista, ritardando così il lavoro dei piloti.
Da segnalare la caduta di Marquez senza conseguenze alla curva 2 che è servita ancora una volta al pilota – come lui stesso ha dichiarato – a trovare il suo limite.

LA SECONDA GIORNATA – Un Andrea Iannone davvero stratosferico che nella prima giornata era arrivato terzo, ha portato la Suzuki in vetta alla classifica con un tempo di 1:54.586 seguito da Andrea Dovizioso in 1:54.627.
Terzo posto per Marc Marquez in 1:54.753 rimasto attardato ma sempre nelle prime dieci posizioni per gran parte della giornata, ma che poi ha avuto uno sprint sul finire di giornata.
Al quarto posto si è piazzato Johann Zarco, quinto l'altro pilota Suzuki Alex Rins, mentre al sesto posto è arrivato Cal Crutchlow.
In settima posizione troviamo Maverick Vinales, andato molto meglio nella prima giornata ( aveva ottenuto il miglior tempo in classifica), che però afferma di aver lavorato sulla preparazione gara senza tentare il giro secco.
All'ottavo posto, a chiudere i primi dieci posti della classifica è arrivato Danilo Petrucci, seguito da Jack Miller e Dani Pedrosa.
Fuori dai dieci, in undicesima posizione, Valentino Rossi, mentre Jorge Lorenzo ha ottenuto solo la quattordicesima posizione.

LA NOVITA' - Adesso, l'attesa maggiore è tutta sull'ultima giornata di test, non solo per avere la classifica finale dei tempi combinati, ma per la novità che verrà testata sul circuito di Losail. La pista, infatti, in tarda serata verrà inondata di acqua in modo da far provare i piloti sul bagnato e con i riflettori accesi.
Alle 20 ora locale finiranno i test, dopodichè dalle 20 alle 20:30 le cisterne bagneranno la pista.
Quindi, dalle 20:30 alle 21:30 i piloti potranno provare sul bagnato effettuando i test.

La classifica della seconda giornata:

Andrea Iannone 1:54.586
Andrea Dovizioso 1:54.627
Marc Marquez 1:54.753
Johann Zarco 1:54.874
Alex Rins 1:54.967
Cal Crutchlow 1:54.992
Maverick Vinales 1:55.051
Danilo Petrucci 1:55.188
Jack Miller 1:55.236
Dani Pedrosa 1:55.282
Valentino Rossi 1:55.316
Aleix Espargarò 1:55.460
Takaaki Nakagami 1:55.539
Jorge Lorenzo 1:55.562
Scott Redding 1:55.708