Partenza col botto per il Campionato 2018 di Motogp. Verso l'ora di pranzo, e a due ore dalla conferenza stampa per la presentazione del Gp del Qatar è arrivata la notizia del rinnovo ufficiale di Valentino Rossi. Il Dottore ha firmato il contratto con Yamaha per altri due anni, fino al 2020. Il rinnovo porterà Rossi ad essere uno dei piloti più longevi della storia del Motomondiale con 25 stagioni di competizioni iridate e ben 41 anni di età.

UN CONNUBIO VINCENTE – Quello di Yamaha e Valentino è un duetto epico ma soprattutto vincente: con la Casa di Iwata il Dottore ha collezionato 56 vittorie, 43 secondi e 35 terzi posti dal 2004, quando tutto ebbe inizio con la gara in Sud Africa che portò Rossi alla sua prima vittoria in sella alla scheggia giapponese. Come ogni matrimonio che si rispetti, quello tra il numero 46 e la bella in blu ha avuto i suoi alti e bassi, ma soprattutto è stato costellato di vittorie come i quattro titoli iridati e sei podi mondiali.

IL RINNOVO – E proprio dal Qatar, dove domenica si svolgerà la prima gara della stagione 2018 è arrivata la notizia tanto attesa: se infatti Rossi durante i test invernali aveva detto di non volere per il momento un suo team in Motogp in quanto era ancora intenzionato a correre, lasciando intuire la sua presenza sull'M1 ancora per qualche anno, la foto postata sui social network alle 13:38 di oggi da parte del team ufficiale Yamaha, ha spazzato via ogni possibile dubbio. “Yamaha e Rossi – si legge dal tarfiletto sotto la foto – hanno confermato l'estensione del contratto per altri due anni.” Una bellissima notizia che farà tirare un sospiro di sollievo a tutto il mondo del motociclismo.