La stagione della MotoGP è ufficialmente iniziata con il primo turno di prove libere sul circuito del Qatar. A completare il predominio italiano, dopo il miglior giro siglato da Bastianini in Moto3 e da Baldassarri in Moto2, nella classe regina è Andrea Dovizioso a volare alto sulla tabella dei tempi alla fine del primo turno di prove libere, con il crono di 1’55'366.

Ma non solo: alle spalle della Ducati del ‘Dovi’ si piazza un Valentino Rossi in gran forma. All’indomani del rinnovo del contratto per altri due anni con Yamaha – proprio perché si sente fisicamente a posto – il pesarese nove volte campione del mondo ha fermato il cronometro sul tempo di 1’55’’427, appena 61 millesimi più alto di ‘DesmoDovi’.  Un tempo che sorprende anche in considerazione della performance del suo compagno di squadra: Maverick Viñales, infatti, si è assestato soltanto all’undicesimo posto nella tabella dei tempi, a 7 decimi dalla vetta.

Una cosa è certa: Andrea Dovizioso e Valentino Rossi hanno girato con ritmi veramente elevati, se si pensa che Marc Marquez, con il terzo tempo, è a 3 decimi e 7 dalla Ducati.

CHI VA SU E CHI VA GIU' - Ottimo quarto tempo per Andrea Iannone, che spunta il tempo di 1’55’’816 con la sua Suzuki, dando dimostrazione di voler iniziare il weekend del Qatar nel migliore dei modi. Il suo compagno di squadra Alex Rins si è piazzato invece all’ottavo posto.

L’allenamento invernale ha migliorato il feeling di Jorge Lorenzo con la sua Ducati: il maiorchino ha stampato infatti il quinto tempo in questo primo turno di prove libere, a 5 decimi dal suo compagno di squadra.

Il dominatore dei test invernali, Johann Zarco, non è andato il sesto crono, in sella alla Yamaha del team Tech 3, siglando il miglior tempo in 1’55’’943, ovvero a 5 decimi e 7 da Dovizioso.

Settimo tempo per il portacolori del team di Lucio Cecchinello Cal Crutchlow.

Per quanto riguarda gli altri italiani, nono crono per Danilo Petrucci, a 7 decimi dalla vetta, mentre è soltanto ventunesimo in questo primo turno il rookie Franco Morbidelli, che accusa un ritardo di 1’9 dalla vetta.

Qui i tempi del primo turno di prove libere della MotoGP.